Tuesday, Dec. 1, 2020

Made in Design: storia di passione, innovazione, eccellenza

Written By:

|

Giugno 28, 2015

|

Posted In:

Made in Design: storia di passione, innovazione, eccellenza

Made in Design (1)Passione, innovazione ed eccellenza. Ma anche intuito, sensibilità e grandi numeri. Sono queste, solo alcune delle principali caratteristiche, con cui potrebbe essere descritto il successo di Made in Design, da oltre quindici anni, il più grande sito europeo di e-commerce che promuove i maestri e i nuovi talenti del design. Con oltre novecento mila visitatori unici per anno e un numero di iscritti alla newsletter in crescita esponenziale, l’azienda, da cinque anni in Italia, vanta oggi una posizione da leader nel settore, un fatturato in crescita con un aumento del 20% nel 2014, e un tasso di creatività alle stelle.

Nata nel 1999 grazie all’imprenditrice francese Catherine Colin, Made in Design ha sempre avuto una missione precisa ed innovativa: democratizzare il design, rendendolo accessibile ovunque, esclusivamente attraverso la distribuzione online. Per raggiungere l’obiettivo, negli anni si è puntato su strategie rivoluzionarie. Offerte dedicate ai clienti. Un catalogo con oltre trenta mila prodotti, che raccontano le idee di mille duecento designer con immagini e schede prodotto dettagliate. Manufatti realizzati in esclusiva dai più grandi maestri del settore come Ron Arad e Philippe Starck. Da talenti già consacrati come Werner Aisslinger e Sam Baron. O da giovani emergenti come Edward Barber e i 5.5. Tutti nomi, scovati grazie ad un lavoro di scouting, realizzato da un team di ottanta Made in Design (2)collaboratori online ed offline, alla costante ricerca di nuovi progetti e nuove eccellenze da proporre sul mercato tra Francia, Inghilterra, Germania ed Italia.

Un’indagine persistente che, del resto, è evidente anche sotto il profilo tecnologico ed informatico. In tal senso, basterebbe osservare le numerose evoluzioni del sito, da poco rinnovato con una nuova veste grafica, che propone un numero crescente di servizi annessi alla vendita: schede prodotti, schede designer, newsletter informative e vendite esclusive web. Insomma, quanto serve per confermare la posizione dell’azienda sul mercato europeo del design, continuando una politica di rinnovamento, in entrambe le attività di business to consumer e business to business.

Lorenzo Fusco

Share This Article

Related News

Arte e pandemia: allo Spallanzani le “Mascherine della Vittoria”
A Roma un nuovo parco a tema con gladiatori e tour botanico
Giornata dell’Ambiente: Gran tour in Italia tra cultura e natura

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: