Monday, Apr. 22, 2019

Poesia – Il BACIO DI KLIMT di Guido Lo Giudice

Written By:

|

Marzo 8, 2012

|

Posted In:

Poesia – Il BACIO DI KLIMT di Guido Lo Giudice

La stanza aveva pareti ampie

Da poco imbiancate

E le cornici con i loro ospiti

Ci osservavano

Mentre noi,

Con occhio distratto,

Esaminavamo fantastici

Contenuti colorati.

Poi ti ho vista camminare

Volgere il capo

E improvvisamente fermarti

Avevi trovato la giusta angolazione.

 

Lo sguardo immobile

Su quel bacio barocco,

Acceso da tessere d’oro,

Denso di celati significati

Racchiusi in occhi serrati

E carezzevoli mani.

Velo di tristezza e felicità

Traspariva dalla strana tela,

Creazione d’Artista.

E i tuoi occhi,

Improvvisamente umidi,

Hanno lasciato scivola via

Emozioni dentro piccole lacrime.

E io, ho finto di non scorgerti,

Ma nella mia falsa noncuranza

Ero fiero d’esser tuo

E di poter sfiorare le labbra

Di una splendida creatura

Così sensibile e dolce

Cui mai sono riuscito a dimostrare

I miei sentimenti.

 

Share This Article

Related News

Chiara Fera e il “Libro invisibile di Pietro Citati”
Rita, il cervello e il fascino di un organo perfetto
Irene Cao, il nuovo romanzo “Io ti amo” illustrato dai fotoquadri di AdottaUnRagazzo

About Author

Da Leggere

Saggi, ricerche, racconti, poesie, recensioni, articoli, tesi di laurea, prolusioni: c’è spazio in queste pagine per tutto quello che vale la pena leggere a proposito della bellezza. Nelle librerie e nelle biblioteche ci sono veri e propri piccoli tesori che vi aiutiamo a scoprire. A volte sono i testi da cui abbiamo tratto le citazioni che animano questo portale a corredo di una carrellata di opere d’arte. Altre volte sono segnalazioni che vengono da voi lettori. Diteci che cosa vale la pena leggere sulla bellezza a: daleggere@lavocedellabellezza.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: