Tuesday, Dec. 11, 2018

Lo stadio di Domiziano a Roma

Written By:

|

maggio 4, 2015

|

Posted In:

Lo stadio di Domiziano a Roma

Domiziano Lo Stadio di Domiziano è un’area archeologica situata sotto Piazza Navona che è stata recuperata dopo anni di restauro e recentemente aperta al pubblico. Ma non sono molti i romani che la conoscono. Più facile vedere gruppi di turisti stranieri, ben instradati dalle loro guide.

Lo Stadio venne eretto nell’86 d.C. all’estremità del Campo Marzio, accanto alle Terme Neroniane, alle Terme e allo Stagno di Agrippa.

Il termine stadio deriva da stadion, un’unità di misura, equivalente a 600 piedi (circa 180 metri), questa era la distanza sulla quale si disputava la corsa veloce, la più importante fra le gare.

Lo stadio di Domiziano è l’unico esempio di stadio in muratura eretto su sostruzioni murarie sinora conosciuto al di fuori della Grecia e del mondo orientale; prima della sua costruzione le gare di atletica solitamente si svolgevano nel Circo Massimo o nel Circo Flaminio; sono attestati inoltre dalle fonti stadi di legno, eretti in occasione dei giochi e smontati subito dopo: Svetonio (Caes.39,3) ricorda lo stadio in legno eretto da Cesare nel 46 a.C, e Cassio Dione (53,1,5) quello voluto da Augusto nel 28 a.C.

Nello stadio si svolgevano le competizioni ginniche tra atleti tra cui una gara di corsa tra ragazze che ricorda quella che si svolgeva a Sparta. I certamina gymnica nello Stadio continuarono ad essere disputati per lungo tempo anche dopo l’abolizione dei giochi cruenti negli anfiteatri.

Durante il medioevo sulle strutture dello stadio si edificarono dapprima povere costruzioni che con il tempo vennero sostituite da chiese e palazzi che ricalcarono il perimetro delle antiche strutture, l’attuale piazza Navona sorge oggi circa 5 metri più in alto dell’antico piano di calpestio che venne riportato alla luce nel 1936, con la demolizione delle costruzioni sul lato nord della piazza, sopra le strutture appena liberate fu costruito un unico ampio immobile dell’INA, ma durante i lavori si fece in modo di conservare le antiche murature che rimasero parzialmente visibili dall’esterno e accessibili alle visite.

Lo Stadio di Domiziano ospita la Mostra “Gladiatores e Agone Sportivo – Armi e Armature dell’Impero Romano”. Promossa ed organizzata dallo Stadio di Domiziano, l’esposizione si pone come un ‘viaggio’ emozionante ed avvincente nella gladiatura, una delle più caratteristiche e affermate espressioni della cultura di Roma antica.

Ordinata in sei diverse sezioni, l’esposizione che sviluppa il filone dell’archeologia sperimentale ripercorre la storia dell’armamento gladiatorio dal IV secolo a.C. fino all’inizio del II secolo d.C., illustrandone le diverse tipologie e seguendone l’evoluzione. Accanto alle armi e alle armature anche tutti gli accessori utilizzati nell’agone sportivo: dai guantoni alle lance, dalle loriche da auriga ai dischi da lancio, dagli strumenti musicali dell’epoca alle maschere tragiche.

Giovanna Colombo – Ancilia

—–

La visita allo stadio di Domiziano fa parte del programma di Itinerari Culturali 2015 dell’Associazione Ancilia. Le visite sono svolte da archeologi con regolare abilitazione alla professione di guida turistica rilasciata dalla provincia di Roma.

Per informazioni e prenotazioni:  Ancilia – Itinerari culturali- 3466758350 –www.facebook.com/AnciliaItinerariCulturali

 

Share This Article

Related News

Il mondo femminile a Cori, un monastero aperto al mondo
Aquileia: archeologia, arte e storia nel periodo medievale
“Beni culturali ecclesiastici, tutela e protezione”, ciclo di conferenze a Melfi, Monreale e Perugia

About Author

La Voce della Bellezza