Friday, Mar. 5, 2021

Le banche invitano a Palazzo il 7 ottobre: aperti 102 palazzi in 52 città

Written By:

|

Ottobre 1, 2017

|

Posted In:

Le banche invitano a Palazzo il 7 ottobre: aperti 102 palazzi in 52 città
Sabato 7 ottobre dalle 10 alle 19 ingresso gratuito e visite guidate in 102 palazzi in 52 città di tutta Italia. E’ la sedicesima edizione della manifestazione che ogni anno apre al pubblico le sedi storiche e moderne delle banche, delle Fondazioni di origine bancaria coordinate dall’Acri e della Banca d’Italia.Manifestazione annuale che prevede, ogni primo sabato di ottobre, l’apertura con visite guidate e gratuite delle sedi storiche delle banche nelle città italiane.
L’obiettivo è di dare la possibilità a decine di migliaia di cittadini, turisti e appassionati di visitare questi palazzi, generalmente chiusi perché sedi di lavoro.
Nelle più recenti edizioni, la giornata di apertura è stata estesa alle sedi bancarie che operano in edifici moderni di particolare valore architettonico.
Ogni anno viene inoltre bandito il concorso Un’immagine per Invito a palazzo per l’individuazione del segno grafico che caratterizzerà la manifestazione, Il concorso è rivolto a tutti gli studenti delle Accademie di Belle arti e degli Istituti di design.  
La mappa dei palazzi storici delle banche italiane consente una visita virtuale organizzata per regione e in ordine alfabetico di città. Di ogni palazzo, oltre ad alcune immagini, è disponibile una scheda che sinteticamente ne illustra le qualità artistiche e architettoniche, i tesori d’arte conservati al suo interno, le più significative vicende che li hanno visti protagonisti e i personaggi più importanti che vi hanno soggiornato. 
Quest’anno, per la prima volta, Banche e Fondazioni organizzeranno delle visite guidate che saranno illustrate da giovani studenti delle scuole superiori. “Guida per un giorno”, questo il nome dell’iniziativa condivisa da circa il 50 % tra Banche e Fondazioni, è un progetto culturale che ha come scopo la diffusione dell’arte tra i ragazzi delle scuole. Per i giovani sarà un’occasione unica ed emozionante di studio, trasformati, così, in veri protagonisti del loro territorio, collaborando alla valorizzazione del patrimonio culturale nazionale. La consapevolezza dell’arte e del patrimonio culturale deve partire dalle scuole e dall’istruzione con una progettualità mirata.”
Il Presidente di Acri, Giuseppe Guzzetti, ha dichiarato: “Salvaguardare e valorizzare il patrimonio storico artistico del nostro Paese è una delle missioni delle Fondazioni di origine bancaria. Negli ultimi dieci anni esse hanno erogato oltre 3,5 miliardi di euro per restauri, mostre e attività artistiche, tutte iniziative volte a rendere il nostro patrimonio accessibile a tutti. Per questo le Fondazione aderiscono con entusiasmo a Invito a Palazzo: una straordinaria occasione che consente ai cittadini di scoprire da vicino luoghi che costituiscono pezzi della nostra identità, ma che sono spesso inaccessibili. Palazzi che custodiscono collezioni di opere d’arte di straordinario valore. Non si può amare senza conoscere. Dunque ben vengano queste occasioni che svelano le nostre ricchezze nascoste e le “restituiscono” a tutti gli Italiani.”
Nella XVI edizione: ben 9 palazzi storici “in mostra” per la prima volta
Alla manifestazione di quest’anno partecipano 102 palazzi, tra cui la sede centrale della Banca d’Italia a Roma (Palazzo Koch), in 52 città su tutto il territorio nazionale. 9 le sedi “in mostra” per la prima volta, che rappresentano un’assoluta novità per i visitatori. 2 le città che per la prima volta aprono le porte dei loro palazzi: Cuneo e Rovereto.
Con Invito a Palazzo decine di migliaia di visitatori potranno accedere agli straordinari patrimoni artistici e architettonici, agli arredi e alle opere d’arte di ogni epoca, custoditi e tutelati dalle banche italiane nelle proprie sedi, normalmente chiuse al pubblico perché luogo di lavoro, e dalle Fondazioni di origini bancarie. Si potrà dunque ammirare una preziosa antologia di stili, tendenze e gusti artistici ed architettonici italiani di ogni epoca: dall’architettura rinascimentale alle forme del barocco, dalle eleganti dimore settecentesche immerse in parchi secolari alle atmosfere neoclassiche, fino ai palazzi recentemente commissionati dalle banche ai più affermati architetti contemporanei.
Informazioni utili
Invito a Palazzo 2017 si terrà sabato 7 ottobre. I palazzi saranno aperti al pubblico gratuitamente dalle ore 10.00 alle ore 19.00.
L’elenco completo dei palazzi che partecipano all’iniziativa è disponibile dal mese di settembre sul sito http://palazzi.abi.it.
Si potranno ottenere informazioni sulla manifestazione chiamando dal 23 settembre dalle ore 10.00 alle 18.00 il numero 06-6767400, oppure inviando una e-mail all’indirizzo invitoapalazzo@abi.it. Invito a Palazzo è presente sui social: facebook: http://www.facebook.com/InvitoAPalazzo / twitter: @PALAZZI ABI
Link cartella Dropbox Invito a Palazzo 2017:
Rosanna Angiulli

Share This Article

Related News

Arianna, una passione diventata lavoro
Roberto Capucci e la ricerca della bellezza
Arte e pandemia: allo Spallanzani le “Mascherine della Vittoria”

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: