Wednesday, Aug. 4, 2021

La moda perde Ottavio Missoni, “maestro del colore”

Written By:

|

Maggio 9, 2013

|

Posted In:

La moda perde Ottavio Missoni, “maestro del colore”

Ottavio MissoniAll’età di 92 anni si è spento all’alba nella sua casa di Sumirago, Varese, il celebre stilista Ottavio “Tai” Missoni. Nato nel febbraio del 1921 a Ragusa, all’epoca “Regno di Jugoslavia”, si trasferisce all’età di 6 anni a Zara, dove vi rimane fino al 1941.

Dedica la propria giovinezza allo studio e all’atletica leggera, vestendo la maglia azzurra già nel 1935, nei 400 metri piani e nei 400 metri ostacoli.

Nella sua carriera di atleta conquista otto titoli nazionali, tra cui l’oro come campione mondiale studentesco nel 1939, e nel 1948 partecipa alle Olimpiadi di Londra classificandosi sesto nella finale dei 4500 ostacoli.

 Proprio in questa occasione conosce Rosita Jelmini, che nel 1953 diventerà sua moglie. I genitori di Rosita hanno una fabbrica di tessuti e biancheria per la casa a Golasecca, Varese, mentre Ottavio ha un laboratorio di maglieria a Trieste.

Avviano insieme un’attività a Gallarate per poi spostarla a Sumirago, dove si trovano attualmente sia la casa che la sede commerciale della famiglia Missoni.

 Seguono 50 anni di successo nel mondo della moda, tra premi e riconoscimenti.

Nel 1972 il New York Times definisce quella di casa Missoni “la migliore maglieria al mondo”, mentre la consacrazione a stilista di fama internazionale arriva nel 1973 grazie al “Neiman Marcus Fashion Award”, l’Oscar della moda, ricevuto a Dallas.

Nel 1976 apre la sua prima boutique a Milano, e nel 1986 gli viene attribuita l’onorificenza di Commendatore della Repubblica.

Uno stile unico e inconfondibile quello creato dalla famiglia Missoni, riconoscibile nelle losanghe, nel patchwork, nel “put-together”, ovvero il mix di colori, fantasie e punti solo all’apparenza casuale.

Qualità e creatività davvero rappresentative del Made in Italy, punti di forza della bellezza della moda italiana.

Laura Rubboli

Share This Article

Related News

Safari, una mostra dedicata alla Giornata della Terra
Arianna, una passione diventata lavoro
Roberto Capucci e la ricerca della bellezza

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: