Sunday, Dec. 16, 2018

Per il NYT la Calabria nella lista 2017 dei 52 posti da visitare

Written By:

|

gennaio 6, 2017

|

Posted In:

Per il NYT la Calabria nella lista 2017 dei 52 posti da visitare

ristorante-ruris-calabria-spaghettiLa Calabria, per la prima volta, entra nella lista dei 52 posti da visitare stilata dal New York Times nella sezione Travel della sua edizione web, all’inizio di ogni anno. La regione, unica presenza italiana nella classifica 2017, si piazza al 37.mo posto, davanti a località  come Antequera  in Spagna (38.ma) e le Lofoten Islands in Norvegia (39.me).  Al 41.posto troviamo l’Istria (Croazia), al 50.mo Budapest, al 51.mo il Soth Bronx e la sua nuova vita. In testa alla classifica il Canada, seguito dal deserto di Atacama in Messico e da Agra in India. L’anno scorso l’unico luogo italiano segnalato era stato Torino, mentre nel 2015 – anno dell’Expo – in vetta alla classifica c’era Milano. L’articolo – o meglio la breve scheda (la dimensione standard per le segnalazioni è di 13 righe) – è firmata dalla giornalista Danielle Pergament  che segnala la Calabra soprattutto per le sue particolarità gastronomiche.

ruris-ristorante-gourmet-pesce“Abituato a considerarla regione bistrattata e piena di nefandezze architettoniche, sarà un po’ strano per il lettore italiano – scrive la rivista on line di Lamezia Terme  “Il lametino.it”  – trovare la Calabria nei 52 posti da vedere, che come ogni inizio anno il New York Times seleziona per i suoi lettori. La classifica viene considerata una specie di guida ufficiale che segnala i luoghi più interessanti del momento, ma c’è nelle intenzioni di chi la compila anche l’idea di indicare luoghi che non ci si aspetta e mete insolite. Questo dev’essere uno dei motivi per cui, scorrendo la lista, al numero 37 si trova la Calabria, indicata come «regione fuori dai circuiti ufficiali». Ma è soprattutto il cibo il motivo di questa presenza. «Alcuni dei migliori cibi italiani non si trovano a Roma o in Toscana, ma nella regione meridionale della Calabria», conosciuta, si legge per i suoi piatti piccanti. Poi vengono citati il Ristorante Dattilo, il Ristorante Ruris a Isola Capo Rizzuto e Abbruzzino a Catanzaro.

La scheda  di Danielle Pergament   accenna anche  alla qualità dei vini autoctoni, alle unicità agroalimentari della Calabria come il bergamotto, e ai tanti piatti piccanti che si gustano nella Regione. Con una sottolineatura particolare legata ai prezzi modici.bergamotto-albero

“Quello del New York Times – afferma Pietro Molinaro, presidente di Coldiretti Calabria, in una dichiarazione all’ANSA – rappresenta un riconoscimento internazionale alla Calabria, ai suoi protagonisti e al cibo che testimonia come la nostra sia una regione che si fa strada e possiede un modello di sviluppo sostenibile su cui puntare. Modello che é quello agroalimentare, che ha produzioni uniche e distintive. Questa è la Calabria bella e vera che piace e vince e che come Coldiretti – aggiunge Molinaro – abbiamo rappresentato a Expo Milano”.

Rosanna Angiulli

Share This Article

Related News

Il mondo femminile a Cori, un monastero aperto al mondo
Aquileia: archeologia, arte e storia nel periodo medievale
“Beni culturali ecclesiastici, tutela e protezione”, ciclo di conferenze a Melfi, Monreale e Perugia

About Author

La Voce della Bellezza