Tuesday, Dec. 11, 2018

Gli Stati Uniti celebrano l’anno della Cultura Italiana

Written By:

|

giugno 3, 2013

|

Posted In:

Gli Stati Uniti celebrano l’anno della Cultura Italiana

Il 2013, negli Stati Uniti, viene celebrato come Anno della Cultura Italiana, 365 giorni no stop di eventi e iniziative mirate alla valorizzazione della cultura italiana da tutti i punti di vista: scienza, tecnologia, letteratura, arte, musica, teatro, cinema e fotografia, brand e design, gusto e sapori italiani. Il progetto si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, e prevede uno stretto coinvolgimento delle maggiori autorità e istituzioni americane e include anche tutte le espressioni del “Sistema Italia”: istituzionali, culturali, economiche e produttive. Ruolo centrale dell’iniziativa sono scienza e tecnologia, con la celebrazione dei primi cinquant’anni di cooperazione, nel settore spaziale, tra Italia e Stati Uniti.  L’evento inaugurale ha visto il David-Apollo di Michelangelo esposto alla National Gallery di Washington; l’opera ha un ruolo emblematico nella relazione tra i nostri due Pesi: in mostra per la prima volta alla National Gallery di Washington nel 1949, in occasione del ricevimento inaugurale per il presidente Hary Truman, l’opera era stata infatti presentata dal Museo del Bargello di Firenze come segno di gratitudine dell’Italia verso gli Stati Uniti per l’assistenza assicurata nel dopoguerra. Fino al 30 giugno, inoltre, sarà visitabile la mostra “Michelangelo, Sacred and Profane” con i disegni autografi dell’autore, presso il Museum of Art di Boston

Il mese di giugno sarà ricco di eventi e iniziative, come la campagna di crowdfunding via web (negli Usa e in parallelo in Italia) per donare un basamento antisismico al Busto di Francesco I d’Este, capolavoro del Bernini e opera simbolo della Galleria Estense di Modena; un progetto di raccolta fondi al quale è possibile partecipare su www.forItaly.org. Il 3 e 4 giugno New York promuove la produzione cinematografica e l’editoria italiana in “Words on Screen, New Italian Literature into Film”, attraverso proiezioni di pellicole tratte da romanzi italiani, nonché dibattiti con registi, produttori, scrittoi ed editori; il tutto alla Casa Italiana Zerilli Marimò.  In campo musicale, il 2013 celebra il duecentesimo anniversario della nascita di Giuseppe Verdi: grandi personalità, come i maestri Riccardo Muti e Maurizio Pollini, si esibiranno in alcuni dei più importanti teatri e sale concerti del Paese; inoltre il mese di Giugno promuove la musica Jazz con esecuzioni dei più grandi musicisti italiani, come Bollani, Rava e Fresu, accompagnati dai grandi interpreti americani in diverse tappe per tutta la prima metà del mese.

L’organizzazione dell’intero programma punta con decisione ai giovani,ai quali dedicherà premi, borse di studio e programmi universitari. A incorniciare questa iniziativa, durante tutto l’anno su circa duecento autobus di Washington, oltre ai consueti avvisi pubblicitari, i viaggiatori potranno leggere i versi, tradotti anche in inglese, di alcuni dei più celebri poeti italiani, da Leopardi a Ungaretti, da Quasimodo a Pavese; i versi saranno accompagnati dagli scatti di celebri fotografi contemporanei italiani come, tra i tanti, Andrea Galvani, Franco Vaccari e Paolo Ventura.

Clara Cosenza

Share This Article

Related News

Il mondo femminile a Cori, un monastero aperto al mondo
Aquileia: archeologia, arte e storia nel periodo medievale
“Beni culturali ecclesiastici, tutela e protezione”, ciclo di conferenze a Melfi, Monreale e Perugia

About Author

Bloc Notes

Potete essere d’accordo con i nostri commenti o dissentire in tutto o in parte. Questo indirizzo blocnotes@lavocedellabellezza.it è a vostra disposizione per dirci come la pensate sui fatti che sottoponiamo all’attenzione dei lettori o per commentarne altri. Avete anche mezzi più immediati, a cominciare dalle icone di condivisione sui Social Network, a cominciare dal “mi piace” su Facebook dove non manca ovviamente la pagina della Voce della Bellezza. Seguiteci anche su Facebook. Far crescere l’Italia migliore è più facile se siamo in tanti.