Sunday, Nov. 29, 2020

Food Design, Roma-Parigi le vie del cibo tra oriente e occidente

Written By:

|

Aprile 28, 2017

|

Posted In:

Food Design, Roma-Parigi  le vie del cibo tra oriente e occidente

In questo 28 aprile al Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX, diretto da Matilde Amaturo ospita Roma – Parigi “Le vie del cibo tra oriente e occidente” (vino, spezie e formaggi).

Il progetto Roma-Parigi fa parte della cooperazione tra l’Accademia di Parigi e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio; questa riguarda lo scambio di studenti e docenti e la realizzazione di progetti comuni nei settori della gastronomia e dell’ospitalità.

Al progetto partecipano anche il Liceo Hôtelier Guillaume Tirel e l’Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera Tor Carbone di Roma, tra i quali è stata ufficializzata la partnership, già nel 2014.

Nel novembre 2015 altri protocolli d’intesa sono stati ratificati: il Liceo Artistico Statale Enzo Rossi di Roma con il Liceo per l’Arte del vetro Lucas De Nehou, con l’Istituto di Alta formazione ENSAAMA, e ancora con il Liceo Hôtelier Guillaume Tirel  e il Liceo di moda Turquetil

Questa cooperazione riguarda lo scambio di studenti e docenti e la realizzazione di progetti comuni nei settori della gastronomia e dell’ospitalità. La collaborazione con il Liceo artistico Enzo Rossi ha determinato l’attivazione di un progetto di food design per l’unione delle arti di cottura e le arti applicate.

Per l’anno scolastico in corso le due scuole di ristorazione, con i partner ENSAAMA, il liceo Lucas De Nehou e l’istituto Enzo Rossi, hanno lavorato al progetto di food design, scegliendo come tema Roma-Parigi “Le vie del cibo tra oriente e occidente (vino – spezie – formaggi)”.

Diverse le sezioni che costituiscono l’esposizione:

Design della moda: Undici abiti ispirati al tema Roma-Parigi: “Le vie del cibo tra oriente e occidente” con accessori e gioielli coordinati.

Design per l’arredamento: in mostra questa volta i risultati di una ricerca sul tema del progetto.

Arti figurative, pittura: Le mescolanze dei linguaggi delle culture tra oriente e occidente hanno costituito la “matrice” di oggetti in vetrofusione, che saranno in mostra, indicativi di un’espressione artistica legata al viaggio, al gusto, al sentire.

Arti figurative, scultura. Oriente-Occidente. Due mondi che raccolgono infinite sfumature di pensiero. Il dualismo diventa matrice che organizza i sistemi progettuali degli oggetti proposti: il segno prende spunto dallo Yin/Yang e si materializza in elaborati successivamente tradotti in ceramica.

Grafica: la realizzazione di pannelli illustrativi e della cartolina dell’evento.

Per maggiori informazioni:

pm-laz.museoboncompagni@beniculturali.it

Natalia Sacchi

Share This Article

Related News

Arte e pandemia: allo Spallanzani le “Mascherine della Vittoria”
A Roma un nuovo parco a tema con gladiatori e tour botanico
Giornata dell’Ambiente: Gran tour in Italia tra cultura e natura

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: