Friday, Dec. 14, 2018

‘’Dialoghi dell’arte’’: restauri a porte aperte

Written By:

|

maggio 27, 2013

|

Posted In:

‘’Dialoghi dell’arte’’: restauri a porte aperte

Il progetto VerderameDurerà fino al 3 luglio l’iniziativa ‘’dialoghi dell’arte’’ promossa da Verderame, un’associazione senza fini di lucro sensibile al restauro e alla valorizzazione di beni culturali che ha nel suo organico diversi professionisti del campo. Teatro dell’iniziativa è la storica Galleria Doria Pamphilj in piazza del Collegio Romano, dove dimorano le tre opere che sono sottoposte al restauro: la Deposizione della Croce di Giorgio Vasari, la Maddalena Penitente di Caravaggio e una copia d’epoca di un altro dipinto attribuito sempre a Caravaggio, il San Giovanni Battista.

Il nome del progetto allude ad un dialogo che  non solo ha luogo per la compresenza di due artisti, ma che  maturerà grazie alle cinque conferenze tematiche patrocinate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che metteranno in luce analogie e differenze formative e stilistiche. Una proprietà dialogica che arricchisce non solo gli appassionati, ma chiunque abbia curiosità di avvicinarsi a questo mondo non solo visivo ed iconico con un nuovo metodo di fruizione: i visitatori saranno coinvolti in prima persona, perché potranno seguire dal vivo l’intervento di restauro e scoprire tutti i segreti del  Caravaggio –con i suoi soggetti efebici e la particolare tecnica del colore appresa dai maestri Giorgione, Tiziano e Tintoretto-  o dei disegni preparatori di Vasari colmi di studio prospettico, grazie al supporto della documentazione tecnica posta accanto ai dipinti. In più, i lavori si potranno seguire in diretta dal sito Internet della galleria, grazie ad una webcam installata all’interno del cantiere.

Dai dibattiti, preceduti da una ‘’lezione introduttiva’’ sulle tecniche artistiche di conservazione, verrà  messa in luce la pluralità di sguardi e interpretazioni che una stessa opera porta con sé creando un percorso interdisciplinare: dalla prospettiva musicale e compositiva del musicologo Giovanni Bietti e del liutista Andrea Damiani, a quella storica di Lorenzo Pericolo e semiologica di Giulia Ceriani. Il progetto terminerà il 3 luglio con un concerto conclusivo ad ingresso gratuito.

Giulia Coia

Share This Article

Related News

Il mondo femminile a Cori, un monastero aperto al mondo
Aquileia: archeologia, arte e storia nel periodo medievale
“Beni culturali ecclesiastici, tutela e protezione”, ciclo di conferenze a Melfi, Monreale e Perugia

About Author

Luoghi

La bellezza dell’Italia è anche nelle sue città, nei suoi borghi, nei suoi monumenti, nei suoi paesaggi. Città che trasudano storia, monumenti che hanno un’anima, paesaggi che la mano dell’uomo non è riuscita a stravolgere e che in molti angoli dell’Italia richiamano i colori e la serenità racchiusa in opere d’arte che il mondo ci invidia. In 30-40 righe, e con qualche link e foto segnalateci angoli di città e paesi che vi sono cari e per i quali, anche se si è andati via, vale la pena ritornare. Scrivi a luoghi@lavocedellabellezza.it