Tuesday, Dec. 11, 2018

Arte, cibo, lusso: la forza del nuovo appeal dell’Italia

Written By:

|

ottobre 20, 2012

|

Posted In:

Arte, cibo, lusso: la forza del nuovo appeal dell’Italia

La conferma viene da TTG Incontri, la principale fiera del turismo in Italia, che si è svolta a (Rimini, dal 18 al 20 ottobre ed è giunta alla sua quarantanovesima edizione: non siamo più solo il Paese del sole e del mare, ma la richiesta internazionale si è spostata verso la domanda di lusso declinato nelle forme più diverse: enogastronomia, shopping, benessere, cultura. I dati, incontrovertibili, arrivano dall’Osservatorio Buyer TTG dedicato alle tendenze della domanda internazionale verso l’Italia. Il lusso, insomma, potrebbe diventare la chiave di volta per un turismo di nuova generazione, fruibile in ogni momento dell’anno e pilotato dalla richiesta di prodotti di alto profilo declinati nelle forme più diverse: cucina tipica, shopping, benessere e cultura.

Ogni anno a Rimini vengono invitati 600 buyer, tour operator provenienti da circa 60 Paesi internazionali, interessati ad acquistare e programmare l’Italia. L’offerta è rappresentata soprattutto da Regioni, Istituzioni e aziende ricettive. Secondo le interviste somministrate a questi 600 acquirenti (compresi i principali tour operator che vendono il Prodotto Italia nei cinque continenti) la domanda per il balneare sarebbe scesa del 17,6 per cento, trasformandosi sorprendentemente nell’elemento che registra al momento il più elevato coefficiente di decrescita. In sua vece sale però del 30 per cento la richiesta di prodotti di vacanza legati al lusso. Un’impennata considerevole, destinata a proiettare ancora più in alto una domanda che già oggi è presente in oltre il 51 per cento delle richieste di vacanza in Italia, e anche un segnale di tendenza che potrebbe aiutare finalmente il Bel Paese ad affrancarsi da una stagionalità fino ad ora strettamente vincolata al clima.

I prodotti top five

L’enogastronomia, elemento che per il secondo anno si colloca saldamente sul primo gradino del podio dell’Osservatorio Buyer TTG con il 68,2 per cento delle preferenze, richiede quindi una revisione di prodotto, basata sulle eccellenze del territorio, per rispondere a quella richiesta di lusso che individua nella buona tavola una delle tante sfumature dell’italian style e della ripetutamente evocata “dolce vita” legata anche alla cultura nei suoi molteplici aspetti.

La cultura – e questo conferma le anticipazioni venute dalle ricerche del Censis svolte sul tema su input della Fondazione Marilena Ferrari e pubblicate su questo sito – è seconda in graduatoria, con il 65,5 per cento dei favori ed è abbinabile, in una possibile offerta turistica ‘luxury’ ad altre due voci già ben salde nelle preferenze dei turisti stranieri: le spa e il benessere, presenti nelle vacanze del 39,6 per cento dei viaggiatori e gli shopping tours, che hanno già al proprio attivo il 34,8 per cento dei consensi.

Entrambi vengono indicati come voci in crescita: rispettivamente con tassi del 27,2 e del 16,7 per cento. E non è da meno l’enogastronomia, indicata dal 49,9 per cento degli operatori come uno dei prodotti in salita nelle richieste dei visitatori esteri interessati all’ampio ventaglio di offerta che caratterizza il turismo della nostra Penisola

I nuovi orientamenti della domanda estera

Invitati a segnalare le tendenze di domanda emergenti, i tour operator esteri segnalano ai colleghi italiani che da oltre confine sale la domanda per l’”artisan food” – cioè per i cibo prodotto e confezionato secondo la tradizione e con ingredienti sani -, per i soggiorni linguistici per l’approfondimento dell’italiano e delle sue radici, per località e servizi che garantiscano l’assistenza alla clientela della terza età, per forme di business travel più creative e originali, basate su soggiorni tematizzati, con forte richiamo alla realtà italiana, e non più confezionati secondo i dettami dell’internazionalità.

Il calendario stagionale si modifica, la Toscana al top

Con la diversificazione della domanda, non più quasi totalmente incentrata sul mare, nascono anche nuove stagioni turistiche. E se marzo raccoglie un già ragguardevole 30,6 per cento di favori (il questionario è a scelta multipla), aprile con il 58,4 per cento arriva quasi ad eguagliare luglio (58,9 per cento); maggio (76,5 per cento) supera giugno (74,5 per cento), ottobre concentra il 64,5 per cento dei favori mentre settembre domina su tutti con il 78,8 per cento delle preferenze. Agosto non è quindi più mese di punta e si ferma al 52 per cento, mentre i primi due mesi dell’anno e gli ultimi due variano dal 17 al 18 per cento.

Per quanto concerne la graduatoria delle regioni, in testa c’è la Toscana, richiesta all’86,4 per cento dei tour operator esteri intervistati, seguita dal Veneto e quindi dal Lazio. Tre colonne consolidate e irremovibili che devono le loro performance in larga parte all’inossdabile appeal dei propri capoluoghi. Aumentano però i consensi per la Sicilia, richiesta al 43,3 per cento dei t.o., per la Puglia a quota +30,6 per cento, per il Piemonte (+27,8 per cento) e per l’Emilia Romagna (+26,3 per cento). Sardegna e Calabria stanno invece perdendo smalto: i tour operator. le segnalano rispettivamente a -18,4 e – 14,4 per cento.

TTG Incontri è la principale fiera internazionale trade del turismo in Italia, dove si concentra la più alta percentuale dell’offerta turistica da tutto il mondo: 2400 aziende espositrici (tour operator, società di trasporti, enti di promozione territoriale, aziende di tecnologia e web, strutture ricettive, istituzioni ed enti pubblici, società di servizi, sport, benessere, tempo libero…) e oltre 100 Paesi rappresentati, la maggior parte dei quali sceglie TTG incontri come unico appuntamento per presentarsi al mercato italiano. Si svolge ogni anno a Rimini (più di 45.000 presenze negli ultimi anni) ed è l’evento di riferimento per tutti i professionisti del settore, per capire l’andamento del mercato, presentare le novità di prodotto, anticipare le tendenze, conoscere i trend del settore. (f.p.)

Share This Article

Related News

Il mondo femminile a Cori, un monastero aperto al mondo
Aquileia: archeologia, arte e storia nel periodo medievale
“Beni culturali ecclesiastici, tutela e protezione”, ciclo di conferenze a Melfi, Monreale e Perugia

About Author

Bloc Notes

Potete essere d’accordo con i nostri commenti o dissentire in tutto o in parte. Questo indirizzo blocnotes@lavocedellabellezza.it è a vostra disposizione per dirci come la pensate sui fatti che sottoponiamo all’attenzione dei lettori o per commentarne altri. Avete anche mezzi più immediati, a cominciare dalle icone di condivisione sui Social Network, a cominciare dal “mi piace” su Facebook dove non manca ovviamente la pagina della Voce della Bellezza. Seguiteci anche su Facebook. Far crescere l’Italia migliore è più facile se siamo in tanti.