Sunday, Dec. 16, 2018

Un parco a Bologna dedicato alla cultura del cibo

Written By:

|

marzo 4, 2017

|

Posted In:

Un parco a Bologna dedicato alla cultura del cibo

Fabbrica italiana ContadinaUna fattoria, un ristorante, un mercato, un centro di ricerca. Immaginate tutto questo su 80 mila metri quadrati di terreno, aggiungete le parole “Made in Italy” e il quadro che vi sarà restituito è il più grande progetto di valorizzazione culturale e commerciale dell’eccellenza agroalimentare italiana. Aprirà i battenti il prossimo ottobre Fico Eataly World – Fabbrica Italiana Contadina, il parco dedicato alla coltura e alla cultura del cibo, il più grande ed ambizioso palcoscenico della biodiversità e della tradizione culinaria del Bel Paese.

Settemila metri quadrati di colture, 4 mila metri quadrati di stalle, 40 fabbriche contadine artigianali, 25 punti ristoro, 10 aule didattiche, 6 grandi giostre educative, un teatro, un cinema, un centro congressi e 6 milioni di visitatori all’anno previsti: numeri da capogiro che faranno di Bologna, sede della Fabbrica, la capitale indiscussa del buon cibo. Un progetto che punta a raccontare al mondo l’eccellenza enogastronomica e la bellezza del settore agroalimentare italiano mostrando, attraverso l’esperienza diretta, l’intera filiera, dalla produzione alla messa in tavola.

Diversi gli attori coinvolti nel progetto: da Eataly, col suo fondatore Oscar Farinetti, al CAAB – Centro Agroalimentare di Bologna, dal Comune del capoluogo emiliano alla Prelios SGR, società di gestione del risparmio immobiliare. L’ultima a sposare l’iniziativa è Enit – Agenzia Nazionale del Turismo con cui Fico Eataly World lo scorso 15 febbraio ha stipulato un accordo teso ad attrarre i 6 milioni di visitatori annuali stimati. Ricorda, infatti, Oscar Farinetti, fondatore di Eataly e protagonista della nuova iniziativa imprenditoriale, che “con la Fabbrica Italiana Contadina abbiamo la straordinaria opportunità di portare in Italia milioni di persone da tutto il mondo per fargli conoscere la meraviglia della nostra biodiversità.”

Camilla Cipolla

Share This Article

Related News

Il mondo femminile a Cori, un monastero aperto al mondo
Aquileia: archeologia, arte e storia nel periodo medievale
“Beni culturali ecclesiastici, tutela e protezione”, ciclo di conferenze a Melfi, Monreale e Perugia

About Author

La Voce della Bellezza