Friday, Oct. 30, 2020

300 immobili demaniali al servizio della mobilità slow

Written By:

|

Maggio 17, 2017

|

Posted In:

300 immobili demaniali al servizio della mobilità slow

In arrivo nuovi servizi per il turismo a passo lento. Entro l’estate l’Agenzia per il Demanio lancerà un bando per l’affidamento in concessione di un centinaio di strutture in disuso, da valorizzare a beneficio di pellegrini, camminatori e ciclisti. Una selezione di 103 immobili – 10 di proprietà Anas,  50 di enti locali e 43 dello Stato – che dovranno essere riconvertiti a nuova vita come luoghi di sosta, permanenza, svago e relax dedicati a chi ama viaggiare a passo lento. Monasteri, castelli, immobili di pregio, ma anche case cantoniere, rifugi, masserie, dislocati lungo le nuove dorsali della mobilità slow, su due ruote o pedestre: dalla Via Francigena alla Via Appia, dal Cammino di San Francesco al Cammino di San Benedetto, lungo le ciclovie VEnTO, SOLE e Acqua.

Il bando prevede la concessione gratuita (9 + 9 anni)  “ad imprese, cooperative e associazioni, costituite in prevalenza da soggetti fino a quaranta anni” (come previsto dal D.L. Art Bonus e Turismo) oppure in concessione di valorizzazione fino a 50 anni ad operatori che possano sviluppare un progetto turistico dall’elevato potenziale per i territori, in una logica di partenariato pubblico-privato, a beneficio di tutta la collettività.

Per centrare al meglio l’obiettivo, instaurando una proficua collaborazione tra pubblico e privato, è online fino al 26 giugno una consultazione pubblica volta a raccogliere idee, suggerimenti e l’indice di gradimento espressi dagli stakeholder, in vista della pubblicazione dei bandi di gara. Un’ operazione a sostegno della “mobilità dolce e sostenibile” dichiara il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Del Rio, la cui presenza alla cerimonia di lancio del 9 maggio – insieme a quella del Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini – sottolinea la trasversalità dei benefici dell’iniziativa: la ricaduta non potrà che essere positiva, anche in termini di sviluppo di un turismo diffuso nelle aree meno conosciute del Paese. Con l’appoggio del MIBACT e del MIT , il progetto “Valore paese – cammini e percorsi” si avvia verso il successo della precorsile iniziativa “Valore Paese-Fari”, dedicata al recupero dei fari e degli edifici costieri. Attendiamo gli esiti di questo primo bando estivo, cui secondo i piani dell’Agenzia del Demanio, dovrebbero seguire due nuove gare pubbliche nel 2018 e nel 2019 per la concessione di altri 200 immobili.

Info su: www.agenziadeldemanio.it

 

Camilla Cipolla

Share This Article

Related News

A Roma un nuovo parco a tema con gladiatori e tour botanico
Giornata dell’Ambiente: Gran tour in Italia tra cultura e natura
Mascherine per la Vittoria a via Margutta

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: