Wednesday, Jul. 18, 2018

Piazza di Siena, successo che a qualcuno non piace

Written By:

|

maggio 28, 2012

|

Posted In:

Piazza di Siena, successo che a qualcuno non piace

Senza fondamento le polemiche degli ambientalisti. Villa Borghese certamente non soffre nell’ospitare cavalli e spettatori

Il concorso ippico internazionale di Piazza di Siena, a Roma, ha compiuto ottanta anni, portati – ammettiamolo – con levità giovanile. Ogni edizione, nella splendida cornice del più bell’angolo di Villa Borghese, attira uno scelto pubblico sul posto e milioni di spettatori davanti ai teleschermi di tutto il mondo. Una bella pubblicità per l’Italia, un polo attrattivo per il turismo, l’industria più importante del Bel Paese. Eppure, c’è gente a cui  tutto questo non va bene. Certe persone, certe organizzazioni, non dormono la notte per inventarsi motivi di protesta, di lamentela, anche quando non sono giustificati.

I cavalli del concorso? Soffrono a dover gareggiare “per forza, non per scelta”. Sì, lo ammettiamo: nessuno  ha chiesto ai quadrupedi di firmare la liberatoria per partecipare al concorso. Ma siete sicuri che soffrano a correre e a saltare? O non sono queste le attività che prediligono anche quando sono allo stato brado? Al Palio di Siena, è vero, gli animali forse rischiano troppo e non guasterebbero regole che rendessero meno cruenta la gara. Ma a Villa Borghese gravi incidenti agli animali non ne sono mai stati registrati.

A soffrire sarebbero invece, secondo altri ambientalisti, gli alberi e il terreno della zona. Qui hanno piantato un chiodo, là hanno inquinato l’erba con deiezioni innominabili. Parlano di “forti criticità di impatto ambientale” come se a Piazza di Siena stazionassero carri armati invece di purosangue. A starli a sentire, dopo ottanta edizioni la zona dovrebbe essere ridotta a una specie di deserto, uno spiazzo brullo e senza vita. Invece tutti possono constatare che Piazza di Siena è ancora quella di sempre, una magnifica finestra nella natura di un parco che il mondo ci invidia. Ah, dimenticavamo: quest’anno ha vintola Germania. Sarà contenta la Merkel.

(Arrigo d’Armiento)

Share This Article

Related News

Illumina le tue serate con le SERE FAI d’Estate
Irene Cao, il nuovo romanzo “Io ti amo” illustrato dai fotoquadri di AdottaUnRagazzo
Il ministro Bonisoli presenta la Festa della Musica 2018, testimonial Ezio Bosso

About Author

Bloc Notes

Potete essere d’accordo con i nostri commenti o dissentire in tutto o in parte. Questo indirizzo blocnotes@lavocedellabellezza.it è a vostra disposizione per dirci come la pensate sui fatti che sottoponiamo all’attenzione dei lettori o per commentarne altri. Avete anche mezzi più immediati, a cominciare dalle icone di condivisione sui Social Network, a cominciare dal “mi piace” su Facebook dove non manca ovviamente la pagina della Voce della Bellezza. Seguiteci anche su Facebook. Far crescere l’Italia migliore è più facile se siamo in tanti.

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *