Wednesday, Nov. 21, 2018

Il David testimonial dell’Italia a Expo 2015

Written By:

|

dicembre 28, 2014

|

Posted In:

Il David testimonial dell’Italia   a Expo 2015

DavidIl David, la celebre scultura di Michelangelo Buonarroti rappresenterà l’Italia durante Expo 2015. La statua verrà posta al centro del Padiglione dedicato al nostro Paese, per incorciare quanto di bello avranno da offrire gli stand che gli saranno intorno.

Il Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia Diana Bracco ha commentato questo prestito della regione Toscana come “è il suggello più bello della collaborazione in un territorio come quella della Regione Toscana. Il David –ha continuato- sarà il simbolo dell’Esposizione Universale 2015”.

La Toscana sarà presente all’Expo con uno stand di 240 metri quadri, non per la sola presenza all’evento, ma soprattutto per cercare di attrarre uno di quei 20 milioni di visitatori che si stima arriveranno in Italia nella durata dell’esposizione.

Il Presidente della Regione Tosca Enrico Rossi ha colto l’occasione per lanciare un auspicio positivo e un invito al riscatto dell’economia italiana e del sistema Paese, colpito dalla crisi: “Credo che dobbiamo avere fiducia. La fiducia è fondamentale, perché l’elemento psicologico gioca un ruolo strategico per il riscatto di un Paese come l’Italia, che è un grande Paese, capace di potenti scatti in avanti. Come Toscana aderiamo con tutto il nostro impegno”.

“Contate su di noi”, ha poi continuato Enrico Rossi rivolgendosi a Diana Bracco. “Contate sulla Toscana del buon vivere, che non è solo un’immagine olografica di questa regione, ma riassume il fatto che la Toscana eccelle in tantissime cose. Se ce ne darete l’occasione, saremo in grado di mostrarvele tutte”.

Giulia Coia

Share This Article

Related News

Zerocalcare al MAXXI di Roma fino al 10 marzo 2019
Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *