Wednesday, Oct. 17, 2018

Firenze, capitale del gusto

Written By:

|

novembre 7, 2016

|

Posted In:

Firenze, capitale del gusto

img_0252Bellezza e bontà, un binomio irresistibile per gli oltre 20mila visitatori attesi alla 5^ edizione della Biennale Enogastronomica di Firenze.
Meno di una settimana all’inaugurazione della manifestazione che porterà in piazza, nei locali storici e nei mercati rionali, cibo e vino di eccellenza della cultura e della tradizione fiorentina. Dal 10 al 28 novembre, 18 giorni di eventi durante i quali i riflettori si sposteranno dalle tele rinascimentali alle tavole imbandite, dalle sculture marmoree ai calici profumati.

img_0253La Biennale del gusto di Firenze si è fatta largo tra le più rinomate manifestazioni enogastronomiche nazionali, conquistando la ribalta – a pieno titolo – con una rassegna che quest’anno presenta 25 eventi tematici, oltre ad un fitto calendario di iniziative “Fuori Biennale”. Dagli spazi recuperati della Ex3, Centro per l’Arte Contemporanea fiorentina destinato a divenire il museo della memoria, si allarga a macchia d’olio invadendo ogni angolo del capoluogo toscano. In scena degustazioni, show cooking con chef stellati e bartender, competizioni tra ristoranti, oltre ad eventi dedicati al panettone, alla pizza, al caffè, allo street food, all’olio. Destinato ad attirare l’attenzione dei professionisti del settore, la Biennale cattura la curiosità di fiorentini e turisti, pronti ad assaggiare, annusare, testare e gustare le specialità presentate, ma anche ad essere coinvolti in prima persona nelle diverse iniziative. Da non perdere i dilettanti allo sbaraglio al “Palio della Ribollita” di sabato 12 novembre, dove appassionati di cucina (non professionisti) presenteranno ad una giuria di chef e giornalisti la classica ‘ribollita’ della nonna.

img_0254Tradizione, ma non solo. L’edizione del 2016 si rinnova presentando, accanto alle eccellenze della cucina fiorentina, prelibatezze e specialità provenienti dal resto di Italia e dal mondo. Il nuovo corso della Biennale intende, infatti, tutelare e valorizzare gli antichi saperi e sapori, strizzando l’occhio alle nuove tendenze enogastronomiche. Dal chilometro zero al sake giapponese: si evolve l’originale idea di Leo Codacci che, negli anni ’70, anticipò la Biennale con la realizzazione di una manifestazione per la promozione della tradizione culinaria locale.
Resta vivo, nella versione 2016 della manifestazione, l’intento originario di valorizzazione del territorio attraverso i suoi prodotti, ma acquista un respiro nazionale, dando visibilità a prodotti di altre regioni e aprendosi alle influenze della buona tavola internazionale. Obiettivo dichiarato, afferma il presidente, Santino Cannamela, è fare della Biennale del 2018 un evento che travalichi i confini toscani diventando la vetrina privilegiata sia per il miglior made in Italy che per le eccellenze enogastronomiche del mondo.

Biennale Enogastronomica di Firenze
Firenze, 10-28 novembre 2016
www.biennaleenogastronomica.it

Camilla Cipolla

Share This Article

Related News

La “Grande Maternità” donata alla Galleria Nazionale di Cosenza
Noir pop e raffinatezza, dal 18 al 28 ottobre al via la XII Festa del Cinema di Roma
Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *