Tuesday, Nov. 20, 2018

Camaldoli, mille anni di bellezza

Written By:

|

novembre 19, 2012

|

Posted In:

Camaldoli, mille anni di bellezza

L’Eremo di Camaldoli è stato eretto mille anni fa nei pressi dell’omonima località, in provincia di Arezzo, a circa 1100 metri di altezza, presso il confine della provincia di Forlì, all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Camaldoli è l’ultima fondazione di san Romualdo, monaco vissuto a cavallo dell’anno Mille, che ha trascorso buona parte della sua vita in modo itinerante, trasferendosi da un luogo all’altro per fondare piccole comunità monastiche o riformare cenobi ed eremi già esistenti. Luogo di preghiera. Luogo di ricerca. Luogo di dialogo. Un ininterrotto dialogo che alimenta la vita dei camaldolesi: il dialogo tra la vita eremitica di monaci che vivono in celle separate e si ritrovano insieme solo per la preghiera e quella cenobitica di monaci che vivono nel medesimo spazio conventuale. Tra le due esperienze che costituiscono la vita dei camaldolesi – l’eremo e il monastero –  vi è lo spazio di una natura incontaminata e splendida in ogni stagione dell’anno, che a sufficienza ricorda che Dio si lascia incontrare soprattutto nel silenzio.

Ma Camaldoli è soprattutto un luogo che, nel passare dei tempi e dei costumi, continua a celebrare il sacramento dell’ospitalità, di quell’ospitalità autentica che sa aprire il cuore anchedell’ultimo arrivato. Qui si sono riuniti i grandi del Rinascimento fiorentino, qui dai primi del Novecento si incontrano gli Universitari della Fuci, qui da trent’anni Ebrei e Cristiani provano a conoscersi meglio. Qui – da mille anni – si danno appuntamento anime pensose del mistero di Dio e del mistero dell’uomo. L’anno giubilare in occasione del millenario dalla fondazione dell’ordine camaldolese,  ha preso avvio lo scorso 7 febbraio e si concluderà il 19 giugno del 2013. Le celebrazioni includono eventi di tipo religioso e culturale pensati come occasione per riscoprire, approfondire questa storia e riproporre i valori e gli ideali che l’hanno animata. Ci saranno workshop ed esposizioni nelle città di Arezzo, Ravenna, Venezia e Firenze, le città in cui la presenza camaldolese è stata significativa dal principio della sua storia. A questa riflessione sono dedicati tre convegni di spiritualità monastica: i primi due si sono tenuti a maggio e a ottobre di quest’anno, il prossimo nel giugno 2013. Questi incontri sono l’occasione per una approfondita riflessione sul monachesimo contemporaneo e su alcuni aspetti della spiritualità camaldolese. “Non ci siamo mai stancati di interpretare il nostro carisma monastico in tanti modi nei diversi secoli. Il monastero è sempre aperto all’accoglienza sia per chi vuole sperimentare forme di ritiri spirituali, sia per chi vuol passare momenti di svago in piena foresta casentinese”, commenta cosi Padre Alessandro Barban Priore Generale dei Camaldolesi. (http://www.camaldolimillenario.it/http://www.monasterodicamaldoli.it/)

(Francesca  Marcone)

Share This Article

Related News

Zerocalcare al MAXXI di Roma fino al 10 marzo 2019
Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione

About Author

Luoghi

La bellezza dell’Italia è anche nelle sue città, nei suoi borghi, nei suoi monumenti, nei suoi paesaggi. Città che trasudano storia, monumenti che hanno un’anima, paesaggi che la mano dell’uomo non è riuscita a stravolgere e che in molti angoli dell’Italia richiamano i colori e la serenità racchiusa in opere d’arte che il mondo ci invidia. In 30-40 righe, e con qualche link e foto segnalateci angoli di città e paesi che vi sono cari e per i quali, anche se si è andati via, vale la pena ritornare. Scrivi a luoghi@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *