Wednesday, Oct. 17, 2018

Torino, dove l’arte e la cultura producono Pil

Written By:

|

luglio 8, 2012

|

Posted In:

Torino, dove l’arte e la cultura producono Pil

Puntare sulla cultura, sull’arte, per aumentare il pil, il prodotto interno lordo, è la carta vincente – sull’esempio delle città europee – di molte città italiane, che un tempo erano conosciute soltanto per i successi dell’attività industriale. Non è un caso che nella corsa all’affare cultura, il primato italiano spetti a Torino, città industriale per eccellenza. Secondo quanto emerge dal rapporto Citymorphosis,  sulle politiche culturali delle città europee curato da Marco Cammelli e Pietro A. Valentino per l’Associazione Civita, la città sabauda non è più solo Fiat. Favorita dall’aver ospitato grandi eventi, come le Olimpiadi invernali e le cerimonie per il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, è diventata una delle capitali culturali italiane potendo vantare la riqualificazione del Lingotto, la nascita di nuovi musei, come quelli del Cinema e dell’Auto, e il recupero di Venaria Reale.

Se nelle grandi città d’arte, Roma, Firenze, Venezia, il turismo culturale rimane basato su rendite di posizione, pur elevate, è da centri minori che arrivano note incoraggianti. Va citato il successo di Mantova, dove il Festivaletteratura registra ogni anno 64mila presenze, più circa quarantamila nelle collegate manifestazioni gratuite. A Sarzana, il Festival della Mente ha attirato l’anno scorso più di quarantamila visitatori. Vanno citati anche Salerno, per la riqualificazione urbana affidata a grandi architetti, e Rovereto per il Mart, il “museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto”.

 

(Nicola Commisso)

Share This Article

Related News

La “Grande Maternità” donata alla Galleria Nazionale di Cosenza
Noir pop e raffinatezza, dal 18 al 28 ottobre al via la XII Festa del Cinema di Roma
Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese

About Author

Bloc Notes

Potete essere d’accordo con i nostri commenti o dissentire in tutto o in parte. Questo indirizzo blocnotes@lavocedellabellezza.it è a vostra disposizione per dirci come la pensate sui fatti che sottoponiamo all’attenzione dei lettori o per commentarne altri. Avete anche mezzi più immediati, a cominciare dalle icone di condivisione sui Social Network, a cominciare dal “mi piace” su Facebook dove non manca ovviamente la pagina della Voce della Bellezza. Seguiteci anche su Facebook. Far crescere l’Italia migliore è più facile se siamo in tanti.

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *