Tuesday, Nov. 20, 2018

Storia dell’arte nelle scuole: la falsa notizia che svela altre menzogne

Written By:

|

febbraio 7, 2014

|

Posted In:

Storia dell’arte nelle scuole: la falsa notizia che svela altre menzogne
Risultati immagini per celeste costantino

 

Una bufala, la mezza-cancellazione, una questione irrisolta. Sono solo alcuni degli epiteti con cui sta rimbalzando sul web la notizia diffusa dal sito ilmediano.it nella quale si annunciava la definitiva bocciatura della proposta di reintegro delle ore di storia dell’arte nelle scuole superiori italiane.

http://www.ilmediano.it/apz/vs_art.aspx?id=8295

In realtà, pare, si sia scatenato un grosso polverone per nulla. La riunione della “Commissione Cultura” del 5 febbraio che avrebbe sancito la morte definitiva di quest’insegnamento per le nuove generazioni di studenti, non sembra aver trattato minimamente il caso. Anzi, immediate sono state le repliche del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca Maria Chiara Carrozza: “Non ho tolto io l’insegnamento di storia dell’arte e sto lavorando per inserire di nuovo ore di storia dell’arte con un programma ad hoc”, a cui hanno fatto eco quelle di Matteo Orfini, parlamentare del PD e membro della Commissione Cultura: “Dato che gira qualche bufala:la storia dell’arte dagli insegnamenti l’ha levata la gelmini,non questo governo(che sta provando a rimetterla)”. Ma allora, da cosa è nato l’equivoco (se così si può chiamare)?

E’ un fatto che su internet il reperimento delle fonti sia spesso confusionario e approssimativo ma, evidentemente, la vicenda coinvolgeva troppi soggetti per sfuggire alle trombe dell’allarmismo. Tuttavia, continuando la ricerca, ci siamo resi conto di un fatto eclatante: la raccolta firme che era stata presentata agli inizi dello scorso ottobre, con oltre 15.000 adesioni tra le quali quelle di intellettuali, giornalisti e politici, era stata sì ricevuta dall’On. Celeste Costantino ma non era stata seguita da nessun emendamento ufficiale alla Camera. Difatti, la lista dei firmatari recepita il 28 ottobre aveva dato origine a un emendamento il 30 giudicato “INAMMISSIBILE”. Quindi, un nulla di fatto.

In conclusione, la discussione sarebbe non soltanto fallace ma basata su presupposti errati in quanto, politicamente, ancora nulla è stato fatto. Per ora la storia dell’arte resta ancora fuori dalle aule delle scuole del Paese con il più alto numero di beni artistici ed architettonici del mondo. Per il futuro non si sa, ma la prossima volta sarà meglio informarsi.

 

Sabato Angieri

Share This Article

Related News

Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione
In mostra al Chiostro del Bramante “Dream. L’arte incontra i sogni”

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *