Monday, Sep. 24, 2018

Renzi a Lampedusa: porta d’Europa, luogo di bellezza

Written By:

|

marzo 26, 2016

|

Posted In:

Renzi a Lampedusa: porta d’Europa, luogo di bellezza

lampedusa1“Lampedusa è un luogo di bellezza che ha permesso di salvare centinaia di migliaia di vite. Questo luogo ora chiede di essere considerato per quello che è: la porta d’Europa, ma anche un luogo di bellezza”: sono le parole – da sottoscrivere una per una – che il premier Matteo Renzi ha pronunciato ieri a Lampedusa, durante l’incontro con il sindaco dell’isola Giusi Nicolini, i pescatori, gli albergatori, i cittadini. Con Renzi – nell’assemblea pubblica –  anche il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio.

La data scelta per la visita a Lampedusa non è casuale: il 25 marzo del 1957 fu firmato a Roma il trattato istitutivo della Comunità europea. “Oggi, 25 marzo, bisogna ricordarsi, – ha detto Renzi – dei valori che ispirarono i fondatori della Cee. Guai a pensare che bastino risposte superficiali: compito dell’Europa è tenere insieme la nostra identità con i nostri valori”.

E Lampedusa sicuramente non ha dato risposte superficiali: qui si sono salvate migliaia di vite, qui ci sono i protagonisti di Fuocammare”, il film che ha vinto l’Orso d’oro a Berlino e che Renzi ha regalato a tutti i colleghi stranieri. “E’ questo il cuore dell’Italia e dell’Europa: i lampedusani – afferma Renzi – insegnano a tutti quello che va fatto con grandi valori umanitari”. “I lampedusani  –  ha ricordato Renzi – ci hanno insegnato a essere umani e compito dell’Europa è tenere insieme la nostra identità e i nostri valori”. Lampedusa non è  una “periferia lontana dagli occhi” ma è il “cuore spirituale” dell’Europa.

“Il problema principale per noi – ha aggiunto il sindaco Giusi Nicolini, in vista dell’imminente stagione degli sbarchi –  non è il soccorso a centinaia di migliaia di persone, perché si può benissimo sopravvivere se ci si organizza bene”: ai lampedusani che cercano di aiutarli “quel che serve è ridurre la distanza e la marginalità dall’Europa”, dice Giusi Nicolini, che non si stanca di ripetere che non sono terroristi le persone che arrivano stipate sui barconi, ma uomini, donne e bambini che sfidano il mare a rischio della vita per fuggire da povertà e guerre.

In cambio non chiedono niente. Al massimo potrebbe essere funzionale  alle esigenze dei pescatori il riconoscimento della continuità territoriale e della zona franca che “l’Europa dovrebbe concedere” a mo’ di “restituzione” per quello che fanno gli abitanti dell’isola.

Renzi ha assicurato il sostegno del governo e con la tappa alla spiaggia dei conigli e all’opera che simboleggia la porta d’Europa ha ancora una volta voluto ricordare che Lampedusa è anche “uno dei luoghi più belli d’Europa”.

l.p.

Share This Article

Related News

Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese
Discover Museums: Enotri e Brettii in Magna Grecia
Il tesoro di Como: ritrovate 300 monete d’oro romane

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *