Tuesday, Nov. 20, 2018

Reggia di Caserta, il percorso di visita raddoppia

Written By:

|

gennaio 18, 2016

|

Posted In:

Reggia di Caserta, il percorso di visita raddoppia

caserta 1Un momento importante per il patrimonio culturale italiano, sottolineato dalla presenza, sabato 16 gennaio alla Reggia di Caserta, del presidente del Consiglio Matteo Renzi, del ministro della Difesa Pinotti e al ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Franceschini: gli spazi espositivi e di servizio al pubblico della Reggia di Caserta raddoppieranno per un totale di 15.580 mq, oltre ai 1.550 dell’ Archivio. Il ministro Dario Franceschini ha spiegato la portata del progetto di ampliamento della Reggia di Caserta nel corso della cerimonia per la riassegnazione degli spazi già utilizzati dalla Scuola nazionale dell’ amministrazione e dall’Aeronautica militare.

“Dopo i lavori di ristrutturazione – ha detto il ministro – queste nuove stanze saranno dedicate alla loro naturale destinazione museale, congressuale ed espositiva, inclusa la ricollocazione della collezione di arte contemporanea Terrae Motus. Prima dei lavori, saranno comunque usati per eventi e allestimenti provvisori. Lavoriamo perché la Reggia di Caserta sia uno dei grandi attrattori culturali e turistici del Paese su cui vogliamo far convergere una parte importante dei fondi di sviluppo e coesione dell’Unione europea”.

caserta2  “Qui a Caserta – ha aggiunto Renzi – abbiamo delle prospettive straordinarie. Si parla solo delle cose che non vanno, ma c’è tanto di buono che va valorizzato, e lo Stato è qui per dire che non lasciamo Caserta da sola”.

Poi una frecciatina alla Commissione europea: “L’Europa non si salva con gli zero virgola,  ma investendo in cultura: per un centesimo dato alle forze dell’ordine, si deve investire un centesimo in cultura. Qui a Caserta abbiamo delle prospettive straordinarie. Si parla solo delle cose che non vanno, ma c’è tanto di buono che va valorizzato, e lo Stato è qui per dire che non lasciamo Caserta da sola”.

caserta renziIn un’intervista al Mattino di Napoli, il ministro Franceschini  ha ricordato che la Reggia era occupata per quattro quinti da uffici e riservava all’ala museale solo un quinto della sua superficie, “una cosa – ha commentato il ministro – che sarebbe sembrata inconcepibile a Versailles e Schoenbrunn. Noi, invece, siamo riusciti a fare un piano ed a rispettarlo nei tempi previsti. Con lo spostamento dell’Aeronautica abbiamo liberato il piano nobile e raddoppiato la superficie museale».
Franceschini ha poi allargato lo sguardo a tutta la Campania. “Ho ben chiaro – ha detto –  il quadro dell’Italia e non mi stancherò mai di ripetere che non c’è regione italiana con le potenzialità della Campania che ha un patrimonio d’arte, archeologia, bellezze naturali e creatività unico. D’altronde da due anni la Campania è la seconda regione per numero di visitatori e ha superato la Toscana: è il segno che quando i livelli istituzionali funzionano, in poco tempo il numero dei visitatori cresce».

Teresa Russo

Share This Article

Related News

Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione
In mostra al Chiostro del Bramante “Dream. L’arte incontra i sogni”

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *