Monday, Jul. 16, 2018

Puliamo il mondo 2012: alla riscoperta del Bel Paese

Written By:

|

settembre 30, 2012

|

Posted In:

Puliamo il mondo 2012: alla riscoperta del Bel Paese

Ripulire monumenti, piazze, fiumi e parchi. E’ questo l’obiettivo dell’edizione italiana di Clean up the world – Puliamo il mondo, il più importante appuntamento di volontariato ambientale – gestito da Legambiente – che vede protagoniste alcune città italiane. L’iniziativa ha preso il via già ieri a  Falconara Marittima, nelle Marche, dove ha registrato un grande successo. Oggi alle 9 è stato il turno del fondale del Canal Grande, a Venezia, dove due associazioni di sub hanno provveduto alla pulizia. Contemporaneamente è stato avviato un laboratorio sul tema del riciclo, dedicato ai bambini, e la “caccia al rifiuto” che ha coinvolto le famiglie. A Roma è stata pulita l’area che va dal Colle Oppio ai Fori imperiali, a Paestum, l’iniziativa ha coinvolto l’antica porta della città, ossia l’area di Porta Marina, e il sentiero che collega la città all’oasi dunale.

In Sicilia, i volontari sono stati impegnati nella bonifica dei porti delle tre isole dell’arcipelago delle Egadi, a Rho, in Lombardia, l’attenzione è stata puntata sulle aree umide e le sponde del fiume Olona nel Parco del Basso di Olona. Volontari in azione anche a Torino per la pulizia di strade, piazze e parchi. Molte le attività creative previste, tra cui la riproduzione dell’opera del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto utilizzando persone e rifiuti. Ad Arezzo, inoltre, è stata presentata la nascita della Casa delle culture, simbolo di cooperazione tra cittadini italiani e migranti per curare la città. Infine, a Modena, dopo la pulizia di piste ciclabili e fossi, tutti a tavola per la ventesima sagra dello Gnocco fritto.

Clean up the world è un’iniziativa internazionale in difesa dell’ambiente che nasce a Sidney nel 1989 e che ad oggi coinvolge oltre 120 Paesi. In Italia è gestita da Legambiente e Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani), con i patrocini del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, il Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca e di Upi (Unione delle Province d’Italia).

(Fabio Pariante)

 

Share This Article

Related News

Irene Cao, il nuovo romanzo “Io ti amo” illustrato dai fotoquadri di AdottaUnRagazzo
Il ministro Bonisoli presenta la Festa della Musica 2018, testimonial Ezio Bosso
Le Historiae “perdute” di Seneca il Vecchio rinvenute in un papiro di Ercolano

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *