Saturday, Apr. 21, 2018

Moneygram Award: storie belle di immigrazione

Written By:

|

settembre 16, 2012

|

Posted In:

Moneygram Award: storie belle di immigrazione

Florin Simon, romeno di Bacau, si è aggiudicato la vittoria del MoneyGram Award 2012, l’unico premio attribuito “all’imprenditoria immigrata” in Italia. Arrivato in Italia nel 1996 all’età di 26 anni, come tanti suoi connazionali, alla ricerca di un posto di lavoro per poi spedire il ricavato alla famiglia lasciata in Romania, Florin comincia a lavorare come muratore. Poi però scatta qualcosa, ovvero l’idea di aprire un’attività propria al servizio dei tanti immigrati romeni che vivono in questo paese. Comincia cosi ad importare prodotti tipici e a distribuirli al dettaglio. Ma gli giungono così tante richieste dai negozianti di tutta Italia, alle quali non riesce a far fronte, e allora decide di inaugurare un’attività all’ingrosso, con una rete di distribuzione dei prodotti alimentari romeni. Ed è così che nel 2005 nasce “Roma…nia Srl”, l’azienda di import-export di prodotti tipici rumeni fondata nella capitale. L’azienda che ad oggi impiega 34 persone stima per il 2012 un fatturato di ben 19 milioni di euro. Soldi con cui l’imprenditore di Bacau sostiene associazioni di beneficenza e onlus.MoneyGram promuove il coraggio, la capacità di visione di questi eccellenti protagonisti che arrivati dall’estero per lavorare hanno creato e offerto posti di lavoro.

Tra le 400 mila aziende gestite oggi da stranieri, vi è anche quella di un’altra protagonista risultata vincitrice nell’assegnazione dei premi di settore, categoria occupazione, ovvero Sandra Aparecida Gouveia, brasiliana residente ad Ascoli Piceno, che ha fondato nel 2004 un centro di trucco permanente e massoterapia che vanta la collaborazione di 18 addetti. Sandra è stata anche nominata presidente del settore Benessere e sanità della Confederazione nazionale dell’artigianato di Ascoli. A pari merito di Sandra si è collocata anche un’altra imprenditrice romena: Anisoara Marin. Residente nella capitale, Anisoara ha fondato nel 2001 una cooperativa sociale chiamata “Risvolti”, che ha come prerogativa l’assistenza agli anziani e la mediazione interculturale. L’impresa a carattere sociale, dà lavoro a 18 persone, per lo più donne immigrate con minori a carico.

Share This Article

Related News

70 anni di Israele: Festa al Portico d’Ottavia a Roma
Cori ricorda il poeta Elio Filippo Accrocca a 95 anni dalla nascita
La Fornarina è tornata a Palazzo Barberini a Roma

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *