Wednesday, Nov. 21, 2018

Politi: Momosy, un social network per educare al consumo

Written By:

|

settembre 28, 2012

|

Posted In:

Politi: Momosy, un social network per educare al consumo

Uscire dalla crisi economica mediante piccole scelte effettuate dal basso: è questo l’ambizioso obiettivo che l’imprenditore Fabrizio Politi si è proposto e per questo ha creato Sixth Continent ossia un social network economico collegato ad un applicazione gratuita chiamata Momosy. Essa è stata progettata con l’idea di educare al consumo i cittadini, che acquistando in modo responsabile, hanno il potere di orientare le strategie delle aziende costringendole ad operare in un sistema equilibrato dove viene prodotta ricchezza nella comunità di riferimento. Quest’applicazione funziona mediante un algoritmo studiato per tre anni ed è basato sul rapporto tra utili netti e numero di dipendenti delle più importanti società del mondo. Le aziende vengono divise in due aree: rosse e verdi. Quelle che operano nell’area verde sono aziende che generano profitti e posti di lavoro in equilibrio, pertanto producono utili ai propri soci e al tempo stesso sono molto utili anche alla comunità nella quale sviluppano i loro business.

Quelle che invece sono segnalate nell’area rossa sono aziende che hanno almeno una di queste caratteristiche: sfruttano operai sottopagati, pagano pochissime tasse grazie a sedi legali in paradisi fiscali, godono di vantaggi particolari, per esempio alcune aziende hanno quote di banche federali e riescono a generare enormi profitti grazie alle tasse dei cittadini, oppure godono di posizioni di monopolio od oligopolio con automazioni estreme dei processi produttivi.  Secondo Politi è sufficiente che un 5% dei consumatori delle aziende rosse rivoluzionasse il suo modo d’acquistare rivolgendosi alle aziende verdi per generare un grande cambiamento: le “rosse” sarebbero costrette a diventare “verdi” per non perdere forza nel mercato riferimento; in questa situazione il loro modo di investire sarà utile e genererà ricchezza nell’intera comunità di riferimento.

Quest’ applicazione può essere scaricata gratuitamente sul cellulare o è consultabile iscrivendosi al social network Sixth Continent e permette ai cittadini di fare la spesa in modo responsabile, perché potranno verificare se ogni prodotto che acquisteranno contribuisce a creare un sistema economico più equo e solidale oppure un sistema impoverito da aziende che operano nella comunità in modo non equilibrato. Attualmente gli iscritti al social network sono 2960.

Politi era un imprenditore che costruiva yacht. La sua azienda, la FashionYacht è una delle più grandi d’Italia per dimensione e fatturato. Poi la svolta spirituale e il desiderio di costruire qualcosa basato sul concetto di gratuità: dare qualcosa agli altri senza chiedere nulla in cambio. Sixth Continent è un prodotto di questa svolta. Le sue parole lo esprimono chiaramente:  “Un percorso spirituale iniziato nel2009 miha cambiato totalmente, mi ha cambiato la scala dei valori, delle priorità, mi ha cambiato il modo di vedere la vita e mi ha ha fatto comprendere quale sia il significato della vita e quale sia la vera felicità. L’antica dottrina spirituale della Kabbalah mi ha insegnato che la Vita è un percorso infinito per elevarsi, superare i propri Tikkun, ovvero i propri difetti ed ostacoli che si ripresentano costantemente nella propria vita e che nascondono delle lezioni di vita molto importanti e soltanto quando le avremo apprese il Tikkun, l’ostacolo, il problema che si ripresentava costantemente, scompare e lo si supera, così ci evolviamo.

Questo percorso spirituale – prosegue – mi ha anche insegnato che la vera gioia interiore infinita è diventare causa della gioia altrui, questo percorso mi ha quindi trasformato da “ego-centrico” a “mondo-centrico”, questa è una rivoluzione copernicana dell’ essere che genera una rivoluzione radicale nella propria vita, negli interessi, nel destino che scegliamo di percorrere. Oggi affronto i problemi e cerco continuamente di superare i miei difetti ed i miei limiti con grande entusiasmo perché so che dentro vi sono delle Lezioni divine per la mia crescita continua e per dare un senso alla mia vita, ma anche ad ogni giorno, ogni minuto che vivo mi impegno a dare un contributo per un Disegno più grande, voglio essere generatore di gioia e crescita per gli altri, anche di persone sconosciute, che non conosco e che non conoscerò mai, questa è la gioia più pura e grande che abbia o mai provato. SixthContinent nasce da tutto questo, sono le robuste radici su cui si poggia e la gente lo ha percepito e sta annaffiando quelle radici con altra energia positiva, disponibilità, collaborazione e impegno”. (Alessio Perigli)

(Articolo partecipante al Premio giornalistico “La Voce della Bellezza”) 


 

Share This Article

Related News

Cori ricorda il poeta Elio Filippo Accrocca a 95 anni dalla nascita
Renato Lenzi, un italiano a capo dell’ente europeo per i mammiferi marini
Rita Valenzuela, il tempo di uno sguardo in uno scatto

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *