Tuesday, Nov. 20, 2018

Milano fashion week, la moda “Italiana” dal 1971 al 2001

Written By:

|

febbraio 12, 2018

|

Posted In:

Milano fashion week, la moda “Italiana” dal 1971 al 2001

In occasione dei sessant’anni dalla fondazione della Camera Nazionale della Moda italiana, la città di Milano si prepara al meglio per la fashion week, in programma dal 20 al 26 febbraio. Un’edizione ricca di eventi e novità: 64 sfilate, 92 presentazioni e 18 eventi in calendario, per un totale di 156 collezioni.

Fra le iniziative culturali un ruolo funzionale spetta alla mostra “Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001”, a cura di Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi, la cui inaugurazione il 21 febbraio aprirà la settimana della moda. Una mostra che vede consolidata la collaborazione tra Camera della Moda e Comune, un lavoro sinergico al quale hanno preso parte anche il Ministero dello Sviluppo Economico e ICE Agenzia. “Ci eravamo ripromessi di non abbassare il livello della collaborazione tra Comune e Camera della Moda raggiunto lo scorso settembre”, dice l’assessore a Lavoro e attività produttive Cristina Tajani, testimonianza di una nuova realtà che vede fashion system e istituzioni lavorare concretamente fianco a fianco in una logica di sistema. Il presidente della Camera della Moda ha personalmente ringraziato il Comune per il suo crescente contributo alla valorizzazione del made in Italy.

La mostra, ospitata a Palazzo Reale di Milano, sarà aperta al pubblico fino al 6 maggio 2018. L’obiettivo è far rivivere gli anni cruciali di sviluppo del made in Italy e analizzare gli aspetti che ne hanno permesso il successo: dal tailor-made, all’internazionalizzazione dei marchi, passando per lo sviluppo dell’industria e approfondendo gli aspetti estetici e sociologici del settore. Un modo creativo e stimolante per raccontare il nostro Paese attraverso ambiti creativi paralleli e cari alla nostra cultura: design, fotografia e arte.

Italiana è un aggettivo, ma lo abbiamo qui usato come sostantivo”, raccontano i curatori della mostra durante la conferenza stampa nella Galleria Massimo de Carlo di Milano, “serve per riunire tutti quei soggetti, oggetti, stili e atmosfere che contribuiscono a definire la cultura italiana nelle sue forme ed espressioni”.

Patrizia Giannotti

Share This Article

Related News

Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione
In mostra al Chiostro del Bramante “Dream. L’arte incontra i sogni”

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *