Wednesday, Sep. 26, 2018

Maggio dei Monumenti: Napoli, un museo a cielo aperto

Written By:

|

aprile 29, 2013

|

Posted In:

Maggio dei Monumenti: Napoli, un museo a cielo aperto

Al via anche quest’anno il consueto appuntamento con la rassegna “Maggio dei Monumenti 2013”. Giunta alla XIX edizione, con il tema “Attraverso Napoli. Chiostri, cortili e sagrati”, il programma completo della città partenopea partirà il 4 maggio per poi concludersi il 2 giugno; una rassegna che prevede visite importanti anche in luoghi mai aperti al pubblico non solo del centro storico della città, ma anche in periferia, come a Bagnoli, Barra, Fuorigrotta, Ponticelli e Scampia, dove in quest’ultime due, è possibile visitare due ville romane non molto note. Un programma fitto di appuntamenti (circa 600), che si terranno tra cortili e sagrati, con oltre 80 eventi suddivisi in percorsi tematici teatrali e letterari, come quelli dedicati ai luoghi di Boccaccio, o musicali per quanto riguarda la canzone napoletana così famosa nel mondo. Inoltre, si potranno visitare alcuni chiostri come quello della chiesa e del convento di Santa Maria Regina Coeli e quello delle Clarisse cappuccine di Santa Maria in Gerusalemme. Tra gli appuntamenti più attesi, il concerto di Bruce Springsteen che si terrà il 23 maggio in Piazza del Plebiscito; una piazza che il Comune concede esclusivamente solo ad eventi di rilievo come le mostre di arte contemporanea installate abitualmente nel centro della piazza durante il periodo natalizio.

“Abbiamo voluto tracciare un percorso attraversando gli spazi aperti di Napoli facendo in modo che i cittadini possano viverli con performance, attività partecipate, modi di stare insieme”. Così, l’assessore alla Cultura e al Turismo di Napoli Antonella Di Nocera, ai microfoni RAI del TG1 (27/04/2013). Saranno più di 25 le mostre stabili dedicate all’arte dei musei di arte moderna e contemporanea di Napoli e inoltre, sarà possibile visitare tra gli altri, il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, il Convento e la Basilica di San Domenico Maggiore, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e la Casina Pompeiana in Villa Comunale nei pressi del lungomare. “Perché questa sia un’abitudine normale per la città e che non appartenga soltanto a ‘Maggio dei Monumenti’, ma – ha aggiunto l’assessore della Giunta De Magistris – che sia un’abitudine vera per tutto l’anno”. Per i turisti in particolare, è disponibile la “Arte Card” che prevede oltre 40 siti visitabili a cui hanno aderito più di 100 associazioni ed enti, tra cui: il Real Teatro San Carlo, la Curia, la Metropolitana di Napoli e la partecipazione dei media partner come Il Mattino e la RAI che, in occasione dei 50 anni della sede, l’intero centro di via Marconi andrà in mostra al pubblico previa prenotazione.

Fabio Pariante

Share This Article

Related News

Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese
Discover Museums: Enotri e Brettii in Magna Grecia

About Author

Luoghi

La bellezza dell’Italia è anche nelle sue città, nei suoi borghi, nei suoi monumenti, nei suoi paesaggi. Città che trasudano storia, monumenti che hanno un’anima, paesaggi che la mano dell’uomo non è riuscita a stravolgere e che in molti angoli dell’Italia richiamano i colori e la serenità racchiusa in opere d’arte che il mondo ci invidia. In 30-40 righe, e con qualche link e foto segnalateci angoli di città e paesi che vi sono cari e per i quali, anche se si è andati via, vale la pena ritornare. Scrivi a luoghi@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *