Sunday, May. 27, 2018

Poesia – Il BACIO DI KLIMT di Guido Lo Giudice

Written By:

|

marzo 8, 2012

|

Posted In:

Poesia – Il BACIO DI KLIMT di Guido Lo Giudice

La stanza aveva pareti ampie

Da poco imbiancate

E le cornici con i loro ospiti

Ci osservavano

Mentre noi,

Con occhio distratto,

Esaminavamo fantastici

Contenuti colorati.

Poi ti ho vista camminare

Volgere il capo

E improvvisamente fermarti

Avevi trovato la giusta angolazione.

 

Lo sguardo immobile

Su quel bacio barocco,

Acceso da tessere d’oro,

Denso di celati significati

Racchiusi in occhi serrati

E carezzevoli mani.

Velo di tristezza e felicità

Traspariva dalla strana tela,

Creazione d’Artista.

E i tuoi occhi,

Improvvisamente umidi,

Hanno lasciato scivola via

Emozioni dentro piccole lacrime.

E io, ho finto di non scorgerti,

Ma nella mia falsa noncuranza

Ero fiero d’esser tuo

E di poter sfiorare le labbra

Di una splendida creatura

Così sensibile e dolce

Cui mai sono riuscito a dimostrare

I miei sentimenti.

 

Share This Article

Related News

70 anni di Israele: Festa al Portico d’Ottavia a Roma
“Molto. Cucina Italiana”, pagine di chicken stories
La Nuova Legge Spettacolo 2018

About Author

Da Leggere

Saggi, ricerche, racconti, poesie, recensioni, articoli, tesi di laurea, prolusioni: c’è spazio in queste pagine per tutto quello che vale la pena leggere a proposito della bellezza. Nelle librerie e nelle biblioteche ci sono veri e propri piccoli tesori che vi aiutiamo a scoprire. A volte sono i testi da cui abbiamo tratto le citazioni che animano questo portale a corredo di una carrellata di opere d’arte. Altre volte sono segnalazioni che vengono da voi lettori. Diteci che cosa vale la pena leggere sulla bellezza a: daleggere@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *