Tuesday, Nov. 20, 2018

L’antica spezieria di Santa Maria della Scala

Written By:

|

gennaio 1, 2014

|

Posted In:

L’antica spezieria di Santa Maria della Scala

antica spezieria Santa Maria della Scala3” …nè l’erba li guarì, nè la miscela; sì la tua parola Signore, la  qual sana ogni cosa”. Questa insegna, posta proprio sopra la porta d’ingresso dell’Antica Spezieria di S. Maria della Scala, avvertiva che i rimedi per il corpo non hanno alcun effetto se non coadiuvati dalla preghiera. Ed è proprio qui  che, sabato  4 gennaio,  Ancilia  invita per una visita guidata gli amanti dell’insolito.

Per raggiungere la farmacia, rimasta intatta dal 1700 e giustamente considerata “memoria storica” della Farmaceutica Romana,  bisogna salire al primo piano  del convento.  Qui si trova il laboratorio che cominciò a funzionare nel 1500  solo per i monaci, i carmelitani scalzi, e dal 1600 anche per il  pubblico.  L’antica spezieria,  annessa alla Chiesa di Santa Maria della Scala, è un gioiello di arte e sapienza nel cuore di Trastevere. Un gioiello di arte espressa nella bellezza architettonica dell’ambiente e nei dipinti dei padri della medicina raffigurati sulla faccia esterna delle ante degli armadi  e, nei ritratti dei regnanti d’Italia posti sulla faccia  interna. Un gioiello di sapienza perché  i frati coltivavano nell’orto le piante medicinali dalle quali ricavavano i medicamenti per la loro salute; medicamenti  che presto divennero famosi per la loro efficacia tanto da essere richiesti anche all’esterno da principi, cardinali e perfino dai pontefici . Fu per questo che la spezieria divenne la “Farmacia dei Papi”, la cui attività, considerata leggendaria,  durò fino al 1978. Il grande patrimonio dei saperi  scientifici dei  carmelitani era documentato nel “Trattato delli semplici”, un rarissimo  erbario dove vi erano elencate tutte le erbe medicamentose di cui si conservava sulla pagina un esempio essiccato.

Tra le pozioni più famose vi è l’acqua Melissa utile contro l’isteria, l’acqua della Samaritana che cura le ferite e l’acqua della Scala  contro i reumatismi e le nevralgie e, da non dimenticare l’acqua antipestilenziale, il famoso vaso della theriaca, prodotta, si dice da Andromaco il Vecchio medico di Nerone,  con oltre cinquanta ingredienti  Oggi di quell’attività, nella spezieria rimangono solo  gli strumenti originali e il fascino di un luogo che per tanti secoli servì al benessere dei cittadini di Roma.

 Appuntamento: ore 10.00 P.zza della Scala, 23 Ingresso spezieria

Durata visita: 1h15’

Per informazioni e prenotazioni:
(+39) 346 67 58 350
(+39) 328 00 05 067
ancilia@tiscali.it
Per prenotazioni dal web: 
www.ancilia.it

 

Share This Article

Related News

Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione
In mostra al Chiostro del Bramante “Dream. L’arte incontra i sogni”

About Author

Luoghi

La bellezza dell’Italia è anche nelle sue città, nei suoi borghi, nei suoi monumenti, nei suoi paesaggi. Città che trasudano storia, monumenti che hanno un’anima, paesaggi che la mano dell’uomo non è riuscita a stravolgere e che in molti angoli dell’Italia richiamano i colori e la serenità racchiusa in opere d’arte che il mondo ci invidia. In 30-40 righe, e con qualche link e foto segnalateci angoli di città e paesi che vi sono cari e per i quali, anche se si è andati via, vale la pena ritornare. Scrivi a luoghi@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *