Sunday, May. 27, 2018

L’antenna Sdsa verso l’Universo profondo

Written By:

|

maggio 9, 2018

|

Posted In:

L’antenna Sdsa verso l’Universo profondo

E’ operativa da oggi la Sardinia deep space antenna (Sdsa), collegata al più grande radiotelescopio di Europa, il Sardinia Radio Telescope, costruito nel 2006 a San Basilio (Cagliari). Si prepara a seguire la missioni Exomars 2020 della Agenzia Spaziale Europea e dalla agenzia russa Roscosmos, diretta verso Marte, la cui data del lancio è stata  spostata al luglio 2020;   è pronta a seguire le future missioni interplanetarie  anche quelle sulla Luna e a monitorare i movimenti dei detriti spaziali, nonché la sicurezza del traffico dei satelliti.

E, da  oggi,  entra a far  di un ristretto sistema, il “ Deep Space Network “ coordinato dalla Nasa, del quale fanno parte altre cinque infrastrutture (grandi antenne), di  cui Sdsa è tra le più innovative, per le missioni verso le nuove frontiere dello spazio. “Un lavoro importante – ha commentato Roberto Battiston presidente dell’ASI, che proprio oggi è stato riconfermato per altri quattro anni come  presidente dell’ente.  Con Sdsa, Sardegna, Italia e Europa – ha detto  –  entrano con forza nelle reti di telecomunicazioni in spazio profondo in cui si possono raccogliere dati emessi dalle grandi missioni interplanetarie, ma anche telecomandare i satelliti che stanno esplorando il sistema solare. La Sardegna si mette al centro di una rete mondiale che ha basi dappertutto, dall’America all’Australia”.

 L’antenna è come un grande orecchio che, con i suoi 64 metri quadrati,è  in grado di captare i segnali a 300-400 milioni di chilometri di distanza, ma non solo, in prospettiva, renderà possibile l’invio, da Terra, di comandi per cambiare, ad esempio, la programmazione della missione. E, tra le più ambiziose, Sdsa è destinata a seguire la missione ExoMars 2020 che prevede  perforazioni del suolo marziano e la ricerca di qualche forma di vita.

Il09, realizzato dall’Inaf in collaborazione con ASI, Regione, Miur e Università. La Regione Sardegna  ha investito oltre 20 milioni di euro, ed altri 12 per sostenere e far crescere le imprese che operano nell’aerospazio. Il Sardinia Deep Space Antenna, condivide con Sardinia Radio Telescope una parte delle dotazioni, ma ha un suo equipaggiamento e un centro di controllo specifico per comunicare con i veicoli spaziali.

Rita Lena

Share This Article

Related News

“Borgo d’Autore” a Venosa dall’8 al 10 giugno, con 50 appuntamenti
Il 19 maggio a Locri il Codice Romano Carratelli
Pompei, ritrovamento eccezionale

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *