Monday, Jul. 16, 2018

La seduzione del corpo femminile in mostra a Roma

Written By:

|

agosto 12, 2014

|

Posted In:

La seduzione del corpo femminile in mostra a Roma

il corpo femminile 1Fino al 5 ottobre 2014 sarà in mostra alla Gnam di Roma “La forma della seduzione. Il corpo femminile nell’arte del ‘900”, rassegna a cura di Barbara Tomassi dedicata a particolari aspetti della seduzione esercitati dal corpo femminile. La Galleria Nazionale d’Arte Moderna ospita l’esposizione suddivisa in cinque sezioni che comprende una selezione di circa 130 opere provenienti dalle collezioni della Galleria.

La prima sezione della mostra, intitolata Le belle apparenze, presenta opere in cui il nudo femminile, sebbene esaltato da linee morbide e sinuose e da pose accoglienti, viene declinato nel linguaggio inquieto delle avanguardie, in fuga da norme e convenzioni, alla ricerca di trasgressione e provocazione. Nelle opere di Modigliani, autore di raffigurazioni femminili tra le più sensuali e seducenti e, nello fotografie di Man Ray, si ritrova molto evidente questo aspetto.

Nella seconda sezione, intitolata Seduzione/Sedizione, sono presenti opere di Gino Severini, Giuseppe Capogrossi, Carlo Carrà, Renato Guttuso, Manzù, Victor Brauner, Eric heckel, Joan Mirò, Enrico Prampolini.

Il genere artistico del nudo femminile viene riformulato secondo logiche diverse dal naturalismo, portando ad una progressiva destrutturazione, nell’arte, della figura, ben visibile nelle opere degli autori di area surrealista. La leggibilità della realtà è intaccata dall’interferenza dell’inconscio, che conduce all’autodistruzione ed alla cancellazione del corpo così come tradizionalmente l’arte lo aveva raffigurato, sino alla sua deformazione ai limiti del mostruoso.il corpo femminile 2

La terza sezione, Oggetto del desiderio, mostra come la seduzione assuma le forme di particolari anatomici sessuali, spesso decontestualizzati, per giungere ad oggetti comuni investiti di implicazioni erotiche come, ad esempio, la bambola di Hans Bellmer e la donna-scarpa di Salvador Dalì.

il corpo femminile 3La bella e la bestia, quarta sezione, allude all’incontro e alla sovrapposizione dell’elemento umano con quello animale. Nell’inconscio e nell’automatismo di surrealisti come Breton e Masson fino al simbolismo di Picasso, si può riscontrare questo tema particolare della seduzione esercitata dal nudo femminile.

Infine, come ultima sezione, La bella addormentata, che allude all’attrazione esercitata dal corpo femminile abbandonato nel sonno, fra vulnerabilità e passività.

Un intenso percorso attraverso opere di artisti del Novecento, che hanno raccontato la bellezza del corpo femminile tra seduzione, inquietudini ed erotismo.

 Laura Rubboli

Share This Article

Related News

Illumina le tue serate con le SERE FAI d’Estate
Irene Cao, il nuovo romanzo “Io ti amo” illustrato dai fotoquadri di AdottaUnRagazzo
Il ministro Bonisoli presenta la Festa della Musica 2018, testimonial Ezio Bosso

About Author

Storie

L’Italia è piena di belle storie di aziende, associazioni, amministrazioni comunali virtuose. Storie che non è facile sentire o vedere in tv perché il male e il brutto fanno notizia; il bene e il bello generalmente no. Storie di imprese nate da un’idea nuova o da un’antica tradizione. Ma anche piccole magìe di tutti i giorni che troviamo nel volontariato, nelle associazioni, ecc. che fanno del nostro il Paese una realtà di generosità e impegno che ha un valore anche per il Pil nazionale. Segnalaci le storie: storie@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *