Monday, Jul. 16, 2018

La collezione Borghese nelle opere di Candida Hofer

Written By:

|

agosto 8, 2013

|

Posted In:

La collezione Borghese nelle opere di Candida Hofer

Lo spazio austero e senza tempo è ciò che richiama l’ambiente espositivo di Candida Höfer, grande fotografa tedesca,  le cui gigantografie saranno esposte fino al 15 settembre 2013 nella celebre Galleria del Lanfranco, alla Galleria Borghese in Roma.

Per la mostra Candida Höfer per la Galleria Borghese, i visitatori potranno scorgere lo sguardo dell’artista in sette scatti che riproducono la ricostruzione originaria della collezione Borghese realizzata in occasione della mostra I Borghese e l’antico (2012) che ripropose nella Galleria i più importanti capolavori dell’arte antica appartenuti nel Seicento alla collezione del cardinale Scipione Borghese; una raccolta che oggi è custodita nel Museo del Louvre dopo che Napoleone Bonaparte impose a Camillo Borghese (suo cognato), la loro vendita nel 1807.

Il concetto della mostra è quello di presentare al pubblico la ricostruzione di un capolavoro dell’arte, ossia la collezione originale della Galleria Borghese attraverso fotografie esposte nello stesso luogo in cui sono state scattate: l’arte, nell’arte stessa. È la suggestione dell’eterno ritorno, una prerogativa propria della fotografia che dal giorno della sua scoperta, regala emozioni ai suoi appassionati.

Le fotografie ripropongono opere importanti nel formato 180×200 cm circa, tra cui: il Sileno e Bacco bambino, Le tre Grazie, il Vaso Borghese, il Ratto di Proserpina, l’Ermafrodito dormiente (restaurato da Gian Lorenzo Bernini), il Centauro cavalcato da Amore (II secolo d. C.) e la Venere vincitrice di Antonio Canova.

Perfette, a colori, dalla prospettiva centrale e senza ritocchi digitali, le opere della Höfer, nata nel 1944, offrono allo spettatore una panoramica quasi totale della realtà, dove lo spazio e l’arte trionfano in ogni angolo, così che il visitatore possa immedesimarsi completamente nell’ambiente riproposto e osservare ogni minimo particolare.

La mostra, unica al mondo, è curata da Mario Codognato, Anna Coliva e Marina Minozzi per il ciclo Committenze contemporanee: il concetto di “committenza” tra passato e presente.

Fabio Pariante

Share This Article

Related News

Illumina le tue serate con le SERE FAI d’Estate
Irene Cao, il nuovo romanzo “Io ti amo” illustrato dai fotoquadri di AdottaUnRagazzo
Il ministro Bonisoli presenta la Festa della Musica 2018, testimonial Ezio Bosso

About Author

Luoghi

La bellezza dell’Italia è anche nelle sue città, nei suoi borghi, nei suoi monumenti, nei suoi paesaggi. Città che trasudano storia, monumenti che hanno un’anima, paesaggi che la mano dell’uomo non è riuscita a stravolgere e che in molti angoli dell’Italia richiamano i colori e la serenità racchiusa in opere d’arte che il mondo ci invidia. In 30-40 righe, e con qualche link e foto segnalateci angoli di città e paesi che vi sono cari e per i quali, anche se si è andati via, vale la pena ritornare. Scrivi a luoghi@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *