Saturday, Apr. 21, 2018

La Capitale dedica alle donne la prima maratona culturale

Written By:

|

ottobre 22, 2012

|

Posted In:

La Capitale dedica alle donne la prima maratona culturale

Prima e dopo la cura del FAI“Ci vogliono occhi allenati e un cuore pronto a stupirsi dinanzi alle meraviglie del Bel Paese”. Queste le parole di Sofia Bosco, presidente del Fai, ieri in piazza a Roma per partecipare alla prima maratona culturale, la Fai Marathon.
I volontari del Fondo Ambiente Italiano, in collaborazione con Il Gioco del Lotto, hanno accompagnato visitatori e amanti dell’arte in un percorso culturale che si è snodato tra le strade e i palazzi di 70 città italiane. Una speciale corsa non competitiva organizzata allo scopo di mettere in luce la bellezza dimenticata di quei luoghi che fanno parte della nostra vita quotidiana, ma di cui si ignora spesso il reale valore, culturale ed economico.
Ampio successo di pubblico anche a Roma: una folla di appassionati ha partecipato alla manifestazione di ieri mattina, che si è mossa all’interno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”. Una maratona speciale anche perché interamente dedicata a tutte quelle donne che hanno fatto grande Roma. “Visti i recenti fatti di cronaca” – ha dichiarato la presidente Sofia Bosco – “abbiamo deciso di omaggiare l’universo femminile”. E non poteva esserci soluzione migliore di dedicare la Fai Marathon a tutte quelle donne che hanno percorso la storia della Capitale.
Dee, sante, regine e cortigiane: da Piazza S. Francesco d’Assisi ha avuto inizio un itinerario che ha fatto tappa in alcuni dei più importanti siti del centro storico della città. Piazza S. Maria in Trastevere, Palazzo Corsini, Piazza Farnese, Piazza della Minerva, Piazza Cenci: questi alcuni dei 15 luoghi della Fai Marathon, illustrati con una scheda sintetica dai volontari del Fai. Al termine della maratona, ogni partecipante ha ricevuto in omaggio un foulard arancione, simbolo dell’impegno a favore del patrimonio culturale del nostro Paese e a sostegno alle attività della Fondazione. A tutti i partecipanti è stata consegnata anche una speciale pettorina personalizzata dal maratoneta con una frase dedicata alla salvaguardia del patrimonio artistico e ambientale italiano.
Il Fondo Ambiente Italiano, che da 35 anni protegge la natura e l’arte italiana, conta circa 40mila metri quadrati di edifici storici tutelati e oltre 5milioni di metri quadrati di paesaggio naturale. La maratona è stata arricchita anche dall’iniziativa “Io LOTTO per un’Italia più bella. Tu che FAI?”, campagna mossa dal Gioco del Lotto, impegnato da tempo nella restaurazione di alcuni siti, allo scopo di far conoscere e valorizzare ancora più a fondo il patrimonio storico e artistico del nostro Paese.  (Marina Bonifacio – Lumsanews)

Share This Article

Related News

70 anni di Israele: Festa al Portico d’Ottavia a Roma
Cori ricorda il poeta Elio Filippo Accrocca a 95 anni dalla nascita
La Fornarina è tornata a Palazzo Barberini a Roma

About Author

Luoghi

La bellezza dell’Italia è anche nelle sue città, nei suoi borghi, nei suoi monumenti, nei suoi paesaggi. Città che trasudano storia, monumenti che hanno un’anima, paesaggi che la mano dell’uomo non è riuscita a stravolgere e che in molti angoli dell’Italia richiamano i colori e la serenità racchiusa in opere d’arte che il mondo ci invidia. In 30-40 righe, e con qualche link e foto segnalateci angoli di città e paesi che vi sono cari e per i quali, anche se si è andati via, vale la pena ritornare. Scrivi a luoghi@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *