Wednesday, Oct. 17, 2018

Il jazz italiano per L’Aquila: non chiamatelo festival!

Written By:

|

agosto 23, 2016

|

Posted In:

Il jazz italiano per L’Aquila: non chiamatelo festival!

11994112_10207575405974120_1178187788_oNon è una rassegna e nemmeno un festival. “Il Jazz italiano per L’Aquila” è un evento unico nel suo genere, regalato, per il secondo anno consecutivo, alla città de L’Aquila da Paolo Fresu e dagli artisti jazz italiani. Una call for partecipation dettata dalla voglia di vedere restituita al centro storico della capitale abruzzese, sventrato dal terremoto del 2009, la vivacità che gli è propria. Le stradine e i vicoli della città vecchia tornano a inebriarsi di vita, affollate da curiosi e amanti del jazz, così come un tempo da centinaia di giovani universitari in cerca di svago. Il centro storico torna, come un tempo, ad addormentarsi, frastornato da musica, chiacchiere, buon cibo e buon vino.

Oltre 600 gli artisti che accettano l’invito a partecipare a quello che si è dimostrato nel 2015 l’evento jazzistico più importante che abbia mai avuto il nostro Paese, per il successo di pubblico, di musicisti ma anche per l’intensità emotiva che ha accompagnato l’iniziativa. “La maratona del Jazz Italiano per L’Aquila del 6 settembre 2015 è stata un successo inaspettato di musica e pubblico – dichiara Paolo Fresu, principale sostenitore dell’iniziativa insieme al Ministro Franceschini e al Sindaco Cialente – un’emozione così forte e pregnante che forse la storia del jazz italiano si può ora dividere tra il prima e illocandina dopo L’Aquila”.

20 piazze, stradine e cortili di palazzi recentemente restaurati ospiteranno oltre 100 band per una fitta serie di appuntamenti che si susseguiranno dietro ogni vicolo, dove le ruspe lasciano spazio agli strumenti. Il gran finale di domenica sera, 4 settembre, in Piazza Duomo sarà anticipato da un avvicendarsi di musica e concerti in ogni dove, con inizio alle 11.00 presso 99 Cannelle. I due giorni precedenti la manifestazione saranno, invece, occasione di riflessione per il mondo del jazz: venerdì 2 settembre operatori del sistema culturale e musicale e istituzioni si confronteranno sul tema del rapporto tra proposte artistiche e offerta turistica, mentre sabato 3 settembre l’Auditorium del Parco ospiterà “Gli Stati Generali del Jazz in Italia”, per una riflessione a 360° sul mondo del Jazz.

“Il Jazz italiano per L’Aquila – ha dichiarato il Sindaco dell’Aquila Massimo Cialente – è diventato un evento entrato a pieno titolo nella storia della città. La prima edizione della manifestazione, lo scorso anno, ha avuto un successo straordinario. Sembrava L’Aquila di qualche anno fa, prima della data spartiacque del terremoto, con migliaia di persone nelle strade. Un regalo meraviglioso, per il quale va il nostro ringraziamento al Ministro Dario Franceschini e a Paolo Fresu, nonché a quanti hanno lavorato per la riuscita di questo evento. La seconda edizione, spalmata su tre giornate, sarà ancora più grandiosa e coinvolgente. La città dell’Aquila, – ha concluso Cialente – che ha una lunga e vivace tradizione musicale, aspetta con trepidazione questo evento. La vita che torna ad animare i nostri luoghi “dell’anima” viaggia sulle note di Paolo Fresu e degli altri, straordinari musicisti che animeranno questa kermesse”.

Camilla Cipolla 

 

Il Jazz italiano per L’Aquila

2-4 settembre 2016

L’Aquila – centro storico

Share This Article

Related News

La “Grande Maternità” donata alla Galleria Nazionale di Cosenza
Noir pop e raffinatezza, dal 18 al 28 ottobre al via la XII Festa del Cinema di Roma
Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *