Tuesday, Nov. 20, 2018

Il Duomo di Siena riapre la sua porta del cielo

Written By:

|

marzo 5, 2014

|

Posted In:

Il Duomo di Siena riapre la sua porta del cielo

Veduta interno CupolaDal 1° marzo 2014 al 6 gennaio 2015, il Duomo di Siena riapre la sua “Porta del Cielo”,  ovvero  la sommità dell’edificio, che grazie alla sua altezza permette di ammirare le bellezze del Duomo e di ciò che lo circonda.

Sarà possibile  accedere ad una serie di locali mai aperti al pubblico ed utilizzati solo dai grandi architetti che hanno diretto le modifiche nel corso del tempo. All’interno delle guglie di diverse  forme che protendono verso l’alto,  si inseriscono delle scale a chiocciola “ segrete”  che conducono ai tetti del Duomo. Una volta giunti sopra le volte stellate della navata destra  inizia un itinerario che permette di camminare sopra il sacro tempio e ammirare suggestive viste panoramiche all’interno e all’esterno  della cattedrale.

Saranno aperte  ai visitatori  le  vetrate di Ulisse De Matteis raffiguranti gli  Apostoli, che si affacciano all’interno della cattedrale: da qui la vista del pavimento e dell’interno della cupola con il ‘Pantheon’ dei santi senesi, i quattro Patroni e i le statue  dorate che proteggono dall’alto la comunità dei fedeli.

Dalla  navata sinistra si ammirano invece  i panorami della  Basilica di S. Domenico, la Fortezze Medicea, l’intera cupola della cappella di S. Giovanni Battista ed  il paesaggio  che tutto circonda.

l’Opera Metropolitana,  oltre ad aver promosso l’apertura,  ha inoltre istituito il  biglietto integrato “OpaSiPass Plus” che permette la  visita guidata della Porta del Cielo e l’accesso a tutte le altre sedi museali del Complesso monumentale del Duomo.

Per tutte le informazioni clicca qui

Giulia Coia

Share This Article

Related News

Zerocalcare al MAXXI di Roma fino al 10 marzo 2019
Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *