Wednesday, Sep. 26, 2018

I tesori d’arte delle banche in mostra a Palazzo Te a Mantova

Written By:

|

novembre 20, 2012

|

Posted In:

I tesori d’arte delle banche in mostra a Palazzo Te a Mantova

Locandina della Mostra '900La Banca Monte dei Paschi di Siena, insieme al Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, ha allestito a Mantova, presso le Frutterie di Palazzo Te, una mostra dal titolo “Dipinti, sculture e disegni del Novecento. Esperienze di collezionismo nelle raccolte della Banca Monte dei Paschi di Siena e della Fondazione Banca Agricola Mantovana”.

Alla presentazione, avvenuta l’11 novembre 2012, sono intervenuti Nicola Sodano (Sindaco di Mantova), Angelo Lorenzo Crespi (presidente del Centro Internazionale d’Arte e Cultura Palazzo Te), Elfo Bartalucci (responsabile dell’area territoriale Lombardia Sud-Emilia Romagna di BMps), Graziano Mangoni (direttore generale della Fondazione Bam) e Barbara Cinelli (curatrice della mostra).

L’intento della mostra è quello di documentare le strategie degli istituti bancari nella promozione dell’arte contemporanea: la consistenza della collezione ha permesso di costruire n percorso espositivo che ripercorre le opere dei più autorevoli artisti del XX secolo tra cui Carlo Canà, Ottone Rosai, Giorgio Morandi, Filippo De Pisis, Gino Severini e Giorgio De Chirico; il percorso termina con una sezione dedicata alle opere di proprietà della Fondazione Agricola Mantovana, per sottolineare l’attenzione da sempre riservata alla valorizzazione degli artisti del territorio. La rassegna è accompagnata da un catalogo edito da Skira, nel quale compaiono le opere nella stessa sequenza del percorso espositivo introdotte da testi che guidano la lettura per il pubblico.

La presentazione dela Mostra dell'11 novembre scorsoMa non è tutto: la lettura dell’esposizione è facilitata dall’utilizzo di “Qr Code” (Quick Response code, un quadrato composto da blocchi bianchi e neri, simile ad un codice a barre) che, con la scansione dei codici attraverso smartphone e tablet, consente ai visitatori di collegarsi direttamente sul sito www.mantovanovecento.it nella pagina dedicata all’opera che hanno di fronte; all’interno della mostra, inoltre, i visitatori possono accedere ad internet tramite una rete wi-fi gratuita effettuando il login con il proprio profilo Facebook.

Una vera e propria dimostrazione di tecnologia al servizio dell’arte.

In un periodo in cui Monte dei Paschi di Siena respira un’aria di profonda inquietudine, non sono mancate le contestazioni mosse dalle rappresentanze sindacali dei dipendenti dell’Istituto Bancario. Ma l’arte supera tutto  questo  e dopo la prima settimana, l’esposizione ha registrato 2.912 visitatori e si è conquistata gli apprezzamenti del pubblico e della critica.

Clara Cosenza

Share This Article

Related News

Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese
Discover Museums: Enotri e Brettii in Magna Grecia

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *