Friday, Apr. 20, 2018

“Storia d’Europa”, bellezza di un continente contraddittorio

Written By:

|

maggio 9, 2013

|

Posted In:

“Storia d’Europa”, bellezza di un continente contraddittorio
Storia_d'Europa - UTET Grandi Opere

Storia_d’Europa – UTET Grandi Opere

“L’Europa ha espresso nei secoli passati il meglio e il peggio del mondo. Noi dobbiamo ispirarci al meglio. Per fare qualche esempio: l’amore per la conoscenza e per la bellezza”. Sono parole pronunciate il 9 maggio, in occasione della Festa dell’Europa, che in questa edizione 2013 è legata all’ Anno europeo dei cittadini, dal prof. Giuseppe Galasso, autore di una bellissima  “Storia d’Europa” riccamente illustrata ed edita da UTET Grandi Opere. Il volume è stato presentato nella splendida cornice della Sala Pietro da Cortona di Palazzo dei Conservatori, in Campidoglio. Galasso è stato introdotto da Marco Castelluzzo, Amministratore Delegato di UTET Grandi Opere. Nel dibattito sono intervenuti l’autore Giuseppe Galasso, l’editorialistadel Corriere della Sera Armando Torno, e il Presidente di UTET Grandi Opere, Fabio Lazzari.

L’opera, che si articola in 4 volumi accompagnati da un ricco apparato iconografico di oltre 500 immagini, è un’approfondita riflessione sulla storia del continente europeo dalle origini ai nostri giorni.  Inoltre, un’antologiadi testi tra cui documenti, cronache coeve, interpretazioni storiche e un dizionario enciclopedico con sintetiche informazioni sui personaggi e sugli eventi principali completano i singoli volumi dell’opera.

Il concetto di “bellezza” è stato più volte menzionato durante l’incontro: la bellezza innanzitutto di un libro curato in ogni suo dettaglio, e delle emozioni che suscitano le immagini che diventano vere e proprie “cartoline della storia”; la bellezza della civilizzazione e della cultura, della crescita personale ed intellettuale che si ottengono attraverso la lettura; la bellezza di un continente straordinario, che ha generato le più alte idee della libertà e dei diritti umani, politici e civili, della giustizia e della solidarietà umana e sociale.  L’Europa quindi delle cose belle, come bellissima era la ninfa che venne rapita da Zeus in persona: la ninfa “Europa”, il cui nome rappresentava la terra amata dagli dei.

Laura Rubboli

Share This Article

Related News

70 anni di Israele: Festa al Portico d’Ottavia a Roma
Cori ricorda il poeta Elio Filippo Accrocca a 95 anni dalla nascita
La Fornarina è tornata a Palazzo Barberini a Roma

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *