Sunday, Jul. 15, 2018

Giovanni Calisti: il lavabo italiano dalla Tuscia al mondo

Written By:

|

gennaio 8, 2015

|

Posted In:

Giovanni Calisti: il lavabo italiano dalla Tuscia al mondo

bucket_235X238_90_CPuò apparire quasi paradossale che immersa nelle campagne della Tuscia, tra strade sterrate, frutteti e uliveti , sorga una delle aziende più internazionali della nostra imprenditoria. Un’azienda che esporta in tutto il mondo oltre il 75% della sua produzione. E’ la Scarabeo, da quarant’anni sogno e passione di un imprenditore amante dell’arte che ha fatto della qualità e del design il suo credo. Nel 1974, dopo aver conseguito il titolo di Maestro d’arte della ceramica, Giovanni Calisti fonda la sua azienda specializzata in accessori per il bagno, oggi è leader nei lavabi d’arredo. “Le cose sono andate abbastanza bene fino ai tardi anni ’90, poi praticamente il segmento degli accessori da bagno è morto. In quel momento ho reinventato la mia azienda con l’idea dei lavabo e dei sanitari d’arredo. A quel punto la nostra produzione si è spostata da un livello medio basso ad uno altissimo”. 

Calisti non ha mai rinunciato all’innovazione, dedicandosi spasmodicamente alla ricerca del bello e di materiali sempre più qualitativi. Una capacità riconosciuta a livello globale, anche da competitors più blasonati che non rinunciano ad affidargli intere linee di produzione. “I nostri prodotti sono in tutto il mondo: Giappone, Australia, Russia, Stati Uniti e Medio Oriente. Insomma, in tutto il mondo conosciuto”, spiega con comprensibile orgoglio il patron. “Ora stiamo cercando di aggredire il mercato cinese e l’India, dove abbiamo già ottenuto dei buoni risultati ma pensiamo che ci siano ancora ampi margini di crescita”.calisti_310X221_90_C

Il “made in Italy” d’eccellenza, esportato in tutto il mondo, con una visione imprenditoriale che va di pari passo con un lungo e strutturato processo di internazionalizzazione:  “Nella nostra azienda (circa 50 dipendenti, ndr) abbiamo persone che parlano cinque lingue, per essere in grado di rispondere ad ogni esigenza dei nostri clienti. I miei figli girano continuamente per il mondo per cercarne di nuovi ma soprattutto per far sentire sempre la nostra presenza a quelli già acquisiti. Non ci si inventa esportatori dall’oggi al domani, c’è bisogno di una struttura ben organizzata”.

fuji-ambiente-1_980X500_90_CPer questa sua dimensione internazionale, accettando la sfida del mercato globale con l’arma delle qualità, la Scarabeo Ceramiche non ha risentito della crisi che attanaglia le aziende italiane, anzi il “futuro per noi sembra ancora roseo”. A testimoniarlo ci sono i numerosi riconoscimenti conseguiti dall’azienda di Fabrica di Roma. Ultimo in ordine temporale il Golden Design Award 2014 conferito alla collezione Fuji. “Un’elevata qualità del prodotto, generata da un’attenta e accurata scelta di materiali come ceramiche, metallo e solido legno di acero, combinati tra di loro dal sapiente processo manifatturiero”, si legge nella motivazione della giuria internazionale. Oppure il Design Plus Award conquistato nel 2013 all’ ISH di Francoforte, la più grande fiera mondiale dedicata al settore bagno, riscaldamento ed energia, con il lavabo “Bucket”. “Un’idea semplice ma al tempo stesso geniale – spiega Calisti – anche se la cosa più bella non è stata quel riconoscimento così prestigioso, ma sentirsi dire dai nostri competitors: finalmente si rivede il genio ed il gusto italiano”. 

Claudia Carpinella 

Share This Article

Related News

Irene Cao, il nuovo romanzo “Io ti amo” illustrato dai fotoquadri di AdottaUnRagazzo
Il ministro Bonisoli presenta la Festa della Musica 2018, testimonial Ezio Bosso
Le Historiae “perdute” di Seneca il Vecchio rinvenute in un papiro di Ercolano

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *