Wednesday, Nov. 21, 2018

Discovering Siena, “la Divina Bellezza”

Written By:

|

agosto 5, 2015

|

Posted In:

Discovering Siena, “la Divina Bellezza”

La Divina Bellezza Discovering SienaArte, cultura, storia e tecnologia. Sono questi i cardini de “La Divina Bellezza – Discovering Siena”, un progetto di video mapping in 3D, che ha lo scopo di raccontare  la storia di Siena e delle sue opere d’arte, attraverso un’esperienza visiva ad alta definizione. Le proiezioni, due per ogni sera, iniziate a luglio e che continuano ad agosto e settembre, si svolgeranno sugli oltre ottocento metri quadri della facciata incompiuta del Duomo Nuovo, grazie a tecnologie all’avanguardia, capaci di riprodurre immagini da oltre sei milioni di megapixel.

la divina bellezza (2)Lanciata dal Comune e dall’Opera della Metropolitana di Siena, in collaborazione con Filmmaster Events e Opera Gruppo Civita, il progetto è il primo esempio di History Telling in Italia, e si pone l’obiettivo di incentivare il turismo nella città del Palio. In questo modo, il Comune intende ripetere quanto successo ad Osaka e al Palazzo dei Papi di Avignone, dove in una sola stagione, hanno assistito alle video proiezioni oltre settantacinque mila persone.

la divina bellezza (3)Lo spettacolo, preparato in sei mesi con un investimento di diverse centinaia di migliaia di euro, è diviso in cinque atti, durante i quali lo spettatore è in grado di rivivere l’epoca d’oro della Siena tra Duecento e Trecento. I successivi anni della ricchezza e dell’enorme influenza politica e culturale sul mondo. E la tragedia della peste, evento che segnò la fine del primato sulla Toscana e sull’Italia e l’abbandono dell’idea di realizzare il Duomo Nuovo.

la divina bellezza (4)Quest’ultimo, tuttavia, sarà protagonista dell’ultima parte del filmato, con la proiezione in 2D e 3D di quello che sarebbe dovuto essere il progetto finale. «È intorno al Tesoro della cattedrale – spiega Gian Franco Indrizzi, rettore dell’Opera del Duomo – che abbiamo voluto concepire questo show, tanto che si svolgerà in concomitanza con la scopertura straordinaria del pavimento del Duomo, che non ha uguali nel mondo. La Divina Bellezza – avverte Indrizzi – non si esaurirà a settembre, dato che il progetto è articolato su tre stagioni e ripercorrerà tutta la storia della città».

Lorenzo Fusco

Share This Article

Related News

Zerocalcare al MAXXI di Roma fino al 10 marzo 2019
Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *