Tuesday, Sep. 25, 2018

“Carte di Natale” negli archivi. La cultura è apertura

Written By:

|

dicembre 15, 2012

|

Posted In:

“Carte di Natale” negli archivi. La cultura è apertura

“Carte di Natale 2012” è il titolo di una giornata speciale che illuminerà domani archivi e biblioteche statali. Dalle 9 alle 20 è infatti prevista l’apertura straordinaria di questi splendidi luoghi dove si conservano pezzi importanti della nostra cultura, che è anche cultura del mondo. Significativo  e indovinato anche lo slogan del manifesto “La cultura è apertura” perché cultura è anche il percorso affascinante che ci viene offerto – con visite guidate – alla scoperta della memoria del sapere attraverso libri, documenti, fotografie, stampe, disegni e molto altro. Un tesoro inestimabile, presentato attraverso visite guidate, mostre, incontri, proiezioni e spettacoli teatrali e musicali. 
La manifestazione “Carte di Natale” – che sta diventando una tradizione – è promossa dalla Direzione generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, dalla Direzione generale per gli archivi e dalla Direzione generale per le biblioteche, gli istituti culturali ed il diritto d’autore del Ministero per i beni e le attività culturali.

Con questa apertura straordinaria domenicale si punta a promuovere e a far conoscere al vasto pubblico la rete delle 46 Biblioteche pubbliche statali e dei 135 Archivi di Stato che hanno il compito di conservare e tramandare ai posteri quel giacimento inesauribile e in continua espansione rappresentato da manoscritti, documenti, pergamene, libri, giornali, riviste, ma anche disegni, stampe, fotografie, carte geografiche, incisioni e pezzi di grande rarità.
link agli appuntamenti

Ma “Carte di Natale” è anche un’occasione speciale anche per visitare anche i palazzi e gli edifici di grande pregio architettonico che ospitano gli archivi e le biblioteche statali.  Ed anche un modo diverso – fatto non solo di shopping –  per gustare il Natale. Tra i molti appuntamenti in calendario sono molte infatti le iniziative dedicate al tema del Natale: concerti di musiche sacre, cori e canti popolari natalizi, mostre di presepi e di carte natalizie, esposizione di stampe e di cartoline d’epoca, esposizioni di zampogne e di strumenti musicali, mostre di spartiti e codici musicali, immagini storiche sul Natale nella Grande Guerra 1915-18. Nell’ambito dell’annuale appuntamento “Carte di Natale”, poi, ogni  Soprintendenza archivistica organizza e realizza iniziative particolari. Quella  per la Sardegna , per esempio, intende portare a conoscenza di un pubblico più vasto la propria attività nel campo della tutela e valorizzazione degli archivi musicali del Novecento, inserita in un progetto ministeriale su scala nazionale. Per l’occasione si è avvalsa della collaborazione dell’Ente Lirico e del Conservatorio di Cagliari, oltre che di artisti e professionisti a titolo privato.  Nella parte espositiva si potranno ammirare immagini di spettacoli teatrali (collezione Ente Lirico) e di musica jazz (collezione Priamo Tolu), libri di argomento musicale della Biblioteca della Soprintendenza e pubblicazioni dell’Ente Lirico. Nella parte musicale giovani artisti che eseguiranno brani del repertorio classico.  Alla Biblioteca Centrale di Roma, invece, si potrà visitare il laboratorio di restauro. Sono previste anche visite guidate alle mostre attualmente in corso:  “Mille e una Cenerentola” e “Santi, sultani e gran capitani in camera mia. Inediti e ritrovati dall’archivio di Elsa Morante”, realizzata in occasione del centenario del scrittrice.

Bruno Cossàr

Share This Article

Related News

Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese
Discover Museums: Enotri e Brettii in Magna Grecia
Il tesoro di Como: ritrovate 300 monete d’oro romane

About Author

Luoghi

La bellezza dell’Italia è anche nelle sue città, nei suoi borghi, nei suoi monumenti, nei suoi paesaggi. Città che trasudano storia, monumenti che hanno un’anima, paesaggi che la mano dell’uomo non è riuscita a stravolgere e che in molti angoli dell’Italia richiamano i colori e la serenità racchiusa in opere d’arte che il mondo ci invidia. In 30-40 righe, e con qualche link e foto segnalateci angoli di città e paesi che vi sono cari e per i quali, anche se si è andati via, vale la pena ritornare. Scrivi a luoghi@lavocedellabellezza.it

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *