Wednesday, Nov. 21, 2018

Cabaret Amore mio!

Written By:

|

giugno 11, 2016

|

Posted In:

Cabaret Amore mio!

GRT2

Se si fa chiamare Amore mio ci sarà un perché.

La manifestazione dedicata all’umorismo Cabaret amore mio giunge alla sua trentaduesima edizione con il solito smalto, le novità e la formula vincente che non si cambia.

Enzo Iacchetti, cittadino emerito della perla dell’Adriatico, è al timone di una barca che non ha perso mai la sua rotta: la risata di qualità, ma in vasta scala.

E stiamo parlando di una nave che ha il coraggio di veleggiare in mare aperto, senza il porto sicuro del Fus (Fondo Unico per lo Spettacolo)!, nel mare della comicità nascosta, dei talenti appena germogliati, delle idee controcorrente da sottobosco, colte al volo nell’aria dal grande anfitrione e nocchiero stellato Iacchetti. Lui, al fianco del fido cagnolino Lucino, che è un Leporello in miniatura,  è sempre all’opera, nel reclutare concorrenti e grandi volti, ossia riconosciute eminenze della risata a cui consegnare l’Arancia d’oro, il premio più ambito. Che come ogni anno incorona sotto il cielo di Grottammare i più grandi maestri del ridere. Un premio in fondo ambito come il vello d’oro, se si considera che Cabaret Amore mio è il primo festival nella storia del Belpaese espressamente e unicamente dedicato alla comicità.

I talent, i cabaret da infoteinment, i vignettisti in tv,  e tutto il resto, sono venuti dopo. A salpare per primo è stato sicuramente Cabaret amore mio.

E anche nell’edizione 2016 le sorprese non mancheranno, ma è troppo presto per svelarle.

Intanto basti sapere che Diego Abbatantuono e Francesco Guccini verranno premiati con l’Arancia, come pure freschi e spumeggianti genietti del sorriso si avvicenderanno nel palco della Scuola elementare o nel Giardino del Comune in una gara al tritolo ma all’insegna dell’allegria.

Sì, giustamente nella location municipale. Perché se Enzo è il capitano del veliero e cura nei dettagli la griglia delle serate trasformandola in una ragnatela per catturare numeroso pubblico, con un lavoro che inizia immediatamente nell’agosto precedente, è anche vero che le porte della stanza del Sindaco sono sempre aperte. Cabaret è tuo-dice il primo cittadino Piergallini- a un sornione e compiaciuto Iacchetti- e ne fai ciò che vuoi”. Questo è vero ma è anche vero che, scandalosamente, la sola istituzione a sostenere un evento di respiro nazionale e di vasto valore storico come questo è la cittadina marchigiana in sinergia con la grottese Associazione Lido degli Aranci, che lo organizza e promuove.

 

CB 1

Si è in cerca di istituzioni a sostegno dunque. Istituzioni rappresentative come ad esempio la Regione Marche. La ricerca va avanti ormai da tempo. Tempo perduto purtroppo.

Ma questo aspetto dell’ affaire Cabaret pare più una messinscena di En attendant Godot, che la kermesse dell’ilarità per eccellenza che poi è sul palcoscenico, grazie a tanti corali sforzi.

Infatti nessuno risponde agli appelli. Tutto tace.

Intanto però the show must go on e anche questo agosto è alle porte e gli abbonati avranno il privilegio dell’esclusiva. Possono rinnovare la loro fedele poltrona tra le prime file fin da adesso. E ben prima che la biglietteria si apra a nuovi curiosi avventori.

Allora buona risata cari cittadini di Grottammare, buona allegria giornalisti  turisti e italiani tutti!32° CAbaret_ Iacchetti GRT

 

 

Share This Article

Related News

Zerocalcare al MAXXI di Roma fino al 10 marzo 2019
Lazio delle meraviglie:  Cori festeggia l’antico vitigno del Nero Buono
Pompei, ritrovata iscrizione che cambia la data dell’eruzione

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *