Monday, Apr. 23, 2018

Archiviamo Shakespeare? Riflessione sulla Letteratura oggi

Written By:

|

aprile 10, 2014

|

Posted In:

Archiviamo Shakespeare? Riflessione sulla Letteratura oggi

Invito_Letteratura_Web_BNell’era di Twitter è tempo di archiviare Shakespeare? a 450 anni dalla nascita del drammaturgo inglese, uno dei padri dell’Europa della cultura, e in occasione della pubblicazione dell’opera editoriale Letteratura Europea, curata da Piero Boitani e Massimo Fusillo, UTET Grandi Opere propone un invito a riflettere sull’importanza della Letteratura nell’Europa di twitter.

 Al ruolo e al futuro della letteratura e più in generale delle humanities  in Europa è, infatti, dedicato l’incontro organizzato da UTET Grandi Opere che vede confrontarsi numerosi esponenti della cultura italiana ed europea: l’attore e regista Giorgio Albertazzi; Piero Boitani, docente di letterature comparate presso L’Università La Sapienza di Roma; Yves Hersant, docente presso l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi; Gabriele Pedullà, docente di Letteratura Italiana contemporanea presso l’Università di Roma3; Marino Sinibaldi, Presidente del Teatro di Roma e Direttore di Rai Radio3; Fabio Lazzari, Presidente di UTET Grandi Opere, introdurrà e coordinerà i vari interventi.FOTO_Letteratura_Europea_UTET

In un’epoca in cui si pretende di raccontare tutto in 140 caratteri, qual è il senso e la funzione della Letteratura e più in generale degli studi umanistici? Oltre a discutere di tutto questo, nel corso dell’incontro odierno, al Teatro Argentina, verrà presentata l’opera in cinque volumi Letteratura Europea diretta per UTET Grandi Opere da Piero Boitani e Massimo Fusillo. Si tratta di una novità assoluta per impianto e concezione: non una classica storia ma un insieme ragionato di 200 saggi d’autore che affrontano cinque “punti di vista” diversi sulla letteratura del nostro continente: aree, tempi e movimenti; generi; temi; capolavori e infine il rapporto della Letteratura con le arti e le scienze. Da segnalare, accanto all’autorevolezza dei testi, un apparato iconografico che non è inteso come semplice accompagnamento, bensì come corpus di immagini di altissima qualità insieme autonomo e complementare.

 Da sempre il compito di UTET Grandi Opere – commenta Fabio Lazzari, Presidente della casa editrice – è quello di comprendere, progettare e diffondere ciò che manca e serve davvero per la formazione culturale di individui che vogliono essere, insieme, italiani ed europei. Per questo la Letteratura Europea si propone di aggiornare ogni biblioteca pubblica o privata, perchè mai come oggi le sfide della contemporaneità e le prospettive del futuro rendono necessario uno sguardo ampio, organico e approfondito sul patrimonio letterario che, nelle sue unità e diversità, costituisce uno dei serbatoi di conoscenza più preziosi per i cittadini della nuova Europa.

Viviamo in un mondo in cui l’identità europea è fondamentale – sostiene Piero Boitani – e la letteratura è di basilare importanza, perché l’identità europea è fatta dalla sua cultura e dalla sua letteratura. Dall’epoca greco-romana, la cultura è la parte migliore dell’Europa. Se c’è qualcosa che abbiamo in comune è la letteratura, e quindi è su quella che possiamo costruire: la letteratura europea. L’unità culturale è la speranza per il futuro contro i tentativi di oggi di tornare a dividere l’Europa. E’ la letteratura quella che parla più da vicino, è la cosa che unisce, che ci ha uniti in passato nonostante le guerre e gli stermini. La letteratura è quella che fa l’Europa, insomma. Dobbiamo conoscere bene le nostre radici per essere aperti al presente e, soprattutto, al futuro.”

 UTET Grandi Opere ha voluto dar modo anche ai “nativi digitali” di trovare contenuti sul web: sul sito letteratura.passioneperlacultura.it saranno pubblicate le biografie degli autori, le trame e le descrizioni dei principali personaggi dei grandi capolavori trattati nel quarto volume dell’opera.

Claudia Carpinella

Share This Article

Related News

70 anni di Israele: Festa al Portico d’Ottavia a Roma
Cori ricorda il poeta Elio Filippo Accrocca a 95 anni dalla nascita
La Fornarina è tornata a Palazzo Barberini a Roma

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *