Wednesday, Oct. 17, 2018

A Lisbona viaggio nelle corti barocche Italiane

Written By:

|

marzo 14, 2017

|

Posted In:

A Lisbona viaggio nelle corti barocche Italiane

convite_festa_barroca (1)“Festa Barocca”, l’esposizione che si tiene fino al 21 marzo al Palácio Nacional da Ajuda, a Lisbona, merita assolutamente una segnalazione: essa illustra e rappresenta un diverso modo di raccontare la storia, l’arte e la cultura italiana, attraverso la ricostruzione dei sontuosi abiti e dell’ambiente delle corti italiane in epoca barocca.

Ispirandosi a famosi ritratti delle quadrerie ottocentesche, dal 1989, un’equipe di storici, ricercatori, disegnatori, tessitori, sarti, ricamatori, e artigiani della lavorazione dei metalli, ha realizzato per anni un minuzioso lavoro di ricostruzione degli abiti e dei tessuti per offrire al pubblico di oggi un emozionante viaggio nelle corti barocche italiane.

Organizzata dall’Associazione Culturale ‘Invito a Corte’, promossa dall’Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, insieme al Palácio Nacional da Ajuda, la mostra parla della cultura italiana come omaggio al Portogallo. Tra l’altro è allestita in un Palazzo che è il simbolo stesso della cultura portoghese e italiana e che, costruito come sede di rappresentanza della Casa Reale portoghese, ha accolto e accoglie ancor oggi feste istituzionali e cerimonie di alto livello.senza_nome

Cuore dell’allestimento sono i momenti principali del cerimoniale delle antiche Feste di Corte italiane che, nate in Italia nell’epoca rinascimentale, assunsero nel periodo barocco caratteristiche ancora più spettacolari.

Dall’Italia, il concetto stesso di far festa si diffuse in Europa e poi nel mondo. In particolare, proprio con l’arrivo della Corte del Portogallo in Brasile vari aspetti della Festa europea si sono trasformati e vengono interpretati oggi nella grande tradizione del Carnevale brasiliano.

I preziosi tessuti del Barocco, i sontuosi abiti da cerimonia per le grandi Feste di Corte italiana e gli elementi decorativi creati in queste occasioni ormai non sono più visibili se non in pochi e deteriorati pezzi originali conservati in alcuni Musei e Collezioni.

L’idea della mostra è quella di ricreare, agli occhi di oggi una parte del passato che è scomparsa e ora si può solo immaginare attraverso i dipinti. Idea e coordinamento generale del Progetto  sono del Curatore della Mostra, Fausto Fornasari.

La realizzazione della Mostra è a cura di King Studio e Invito a Corte, con il sostegno delle GENERALI Seguros in Portogallo e con l’appoggio della Ferrero.

C.P.

Sito: www.kingstudio.it

Per gli orari di visita alla Mostra, consultare il sito del Palácio Nacional da Ajuda:

http://www.palacioajuda.pt/pt-PT/informacoes/ContentDetail.aspx

Share This Article

Related News

La “Grande Maternità” donata alla Galleria Nazionale di Cosenza
Noir pop e raffinatezza, dal 18 al 28 ottobre al via la XII Festa del Cinema di Roma
Quando Buffalo Bill fu battuto da un buttero cisternese

About Author

La Voce della Bellezza

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *