Thursday, Apr. 19, 2018

30 anni di alberi di Natale a Piazza San Pietro, tocca ai molisani

Written By:

|

dicembre 6, 2012

|

Posted In:

30 anni di alberi di Natale a Piazza San Pietro, tocca ai molisani

A Piazza San Pietro è arrivato  l’albero di Natale che quest’anno è stato donato al Papa dalla comunità molisana di Pescopennataro, in provincia di Isernia. E’ un bellissimo abete bianco di 24 metri, scelto tra gli alberi da abbattere nella località ‘Bosco degli Abeti Soprani’. Il legno, come ogni anno, verrà devoluto ad associazioni per la lavorazione a scopi di beneficenza che ne faranno giocattoli per bambini.

Sono 30 anni che viene rinnovata a Roma la tradizione dell’albero di Natale in Piazza San Pietro. Era infatti il Natale del 1982 quando per la prima volta Papa Giovanni Paolo II fece collocare un abete ornato nel centro del colonnato del Bernini. Quell’abete era un dono di un contadino polacco, che lo trasportò fino a Roma sul suo camion. Da allora in poi, per espresso volere dei pontefici, puntualmente si ripete la tradizione a ricordo della Natività di Gesù: un presepe viene allestito ai piedi dell’obelisco e alla sua destra viene eretto l’albero di Natale, donato ogni anno da una regione montana diversa dell’Europa.

Benedetto XVI riceverà la comunità molisana di Pescopennataro la mattina del 14 e l‘accensione dell’albero di Natale è programmata per il pomeriggio del 14 dicembre..

Più volte, nel corso del suo Pontificato, ha ricordato il significato spirituale dell’albero di Natale, definendolo un evidente ”simbolo del Natale di Cristo, perché con le sue foglie sempre verdi richiama la vita che non muore”.

 Accanto all’albero sarà installato il presepe che invece quest’anno sarà donato dalla Regione Basilicata, e sarà realizzato dal maestro Francesco Artese, che rivisita in chiave artistica uno spaccato del paesaggio dei Sassi di Matera. Le statuine, oltre 100 pezzi, realizzate interamente in terracotta, sono rivestite con abiti di stoffa inamidata fatti a mano e ispirati ai costumi tipici dei contadini lucani di un tempo.

Scelta dell’artista è stata quella di vestire la Sacra Famiglia con i costumi della tradizione. Il presepe, il cui allestimento è curato come consuetudine dai Servizi Tecnici del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, avrà una dimensione di circa 150 mq.

Il complesso architettonico dell’opera, realizzato interamente in polistirene e ricoperto da malta cementizia ad effetto “tufo”, poggia su una struttura di elementi in metallo e legno della dimensione in pianta di 11 per 13 metri. In questo modo, l’intera struttura risulta sollevata da terra di circa 90 cm con un’altezza che varia dai 6 agli 8 metri. L’allestimento illuminotecnico è eseguito dallo scenografo Mario Carlo Garrambone.

Gabriella Cossàr

Share This Article

Related News

70 anni di Israele: Festa al Portico d’Ottavia a Roma
Cori ricorda il poeta Elio Filippo Accrocca a 95 anni dalla nascita
La Fornarina è tornata a Palazzo Barberini a Roma

About Author

Bloc Notes

Potete essere d’accordo con i nostri commenti o dissentire in tutto o in parte. Questo indirizzo blocnotes@lavocedellabellezza.it è a vostra disposizione per dirci come la pensate sui fatti che sottoponiamo all’attenzione dei lettori o per commentarne altri. Avete anche mezzi più immediati, a cominciare dalle icone di condivisione sui Social Network, a cominciare dal “mi piace” su Facebook dove non manca ovviamente la pagina della Voce della Bellezza. Seguiteci anche su Facebook. Far crescere l’Italia migliore è più facile se siamo in tanti.

Leave A Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *